Napoli, De Laurentiis: "Con il fatturato della Juventus avrei vinto 10 scudetti"

Serie A

Parla il presidente del Napoli: "Siamo il 19° club al mondo e non abbiamo debiti, magari non batteremo mai la Juve ma con il loro fatturato anche io avrei vinto 10 scudetti. San Paolo? Non è lo stadio che vorrei, ma lì c'è la storia di Maradona e non voglio cancellarla"

SARRI: "NAPOLI? PIÙ DI QUESTO NON SI POTEVA"

CALCIOMERCATO NAPOLI, GLI ULTIMI ACQUISTI DI GENNAIO

Secondo posto in campionato a -6 dalla Juventus e ancora in piena corsa per la qualificazione agli ottavi di Champions League nel girone difficilissimo con Liverpool e PSG. Il Napoli prosegue il suo percorso di crescita con Carlo Ancelotti, arrivato dopo l'ottimo triennio con Maurizio Sarri. Da anni gli azzurri sono la principale antagonista della Juventus e stanno provando a farsi strada anche in Europa, in attesa di qualche trofeo importante. "Siamo la diciannovesima squadra al mondo, non abbiamo debiti e siamo un modello virtuoso – ha dichiarato il presidente Aurelio De Laurentiis a un convegno – Forse non riusciremo a battere la Juventus, ma con quel fatturato avrei vinto anche io 10 scudetti. Noi ci siamo andati molto spesso vicini".

"Il San Paolo non è lo stadio che vorrei, ma c'è la storia di Maradona"

De Laurentiis ha poi parlato anche della questione San Paolo: "Dal 1990 allo stadio non è stato fatto nulla, ci troviamo in una struttura brutta e traballante e con un milione di viti mai registrate. Non è il San Paolo lo stadio che vorrei, ci metto due secondi a comprare terreni e a farne uno nuovo in 18 mesi ma poi penso che questo è lo stadio di Maradona e Maradona è l'unica parte importante del calcio napoletano e non vorrei dimenticarlo. Vedo una Regione molto attiva. Avevo detto che cambiare la pista era inutile, ho pregato il presidente della Regione di mettere a disposizione altri 15 milioni per i bagni e per i sediolini ed è avvenuto. Ora devo andare al San Paolo per la storia dei sediolini, non cambiamoli quando stiamo giocando. Il comune invece mi chiede 1,8 milioni l'anno, non ho firmato la convenzione e sono andato a domanda individuale. Non ho firmato perché non mi sono stati restituiti i soldi dei tornelli, si è creata una situazione urticante e non si è mai trovata una soluzione signorile. Mi sembra assurdo che il Comune non faccia i lavori e che se io devo invitare a cena i signori del Psg o del Liverpool mi debba inventare una cena facendo venire un camion con la cucina dentro e creare qualcosa in cui non faccio vedere le situazioni del San Paolo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche