Genoa-Sampdoria, Giampaolo: "Derby emozionante, non avremo paura. Sosta positiva, voglio vincere giocando bene"

Serie A
Marco Giampaolo (getty)

L'allenatore blucerchiato alla vigilia del derby della Lanterna: "Partita che va giocata con un certo tipo di emozione, ma i drammi della città non vanno confusi con il calcio". Sul Genoa di Juric: "Io diverso da lui, ho fiducia nella mia squadra. Voglio vincere giocando un bel calcio, la squadra sta bene"

GENOA-SAMP LIVE

Genoa-Samp: è il weekend del derby della Lanterna. Sarà la prima stracittadina genovese dopo il crollo del ponte Morandi, una gara dal valore simbolico molto importante. Ma sarà importante anche in virtù di una classifica che non può soddisfare nessuna delle due squadre, reduci da una striscia di sconfitte che dura da tre giornate. Un punto in più in classifica per i blucerchiati, con Marco Giampaolo che, nella conferenza stampa della vigilia, ha caricato i suoi: “Il derby è il derby - ha spiegato - Ha un valore sportivo importante per la città, i drammi e le difficoltà che vive Genova non vanno confusi con una partita di calcio. Il derby per chi lo ha giocato e vissuto sa che è una gara bella da vivere. Va giocato con un certo tipo di emozione. I giocatori li ho visti bene, li abbiamo rimessi a posto. Domani mattina abbiamo l’ultima rifinitura. È la partita forse più semplice da preparare, è una gara dove devi togliere più che metterci qualcosa. È solo un lavoro tecnico da fare sul campo. I calciatori la sentono già. La sosta è stata un vantaggio perché abbiamo interrotto quel trend negativo di risultati”.

"Io diverso da Juric, voglio vincere giocando a calcio"

Giampaolo ha poi parlato della squadra di Juric: “Abbiamo due idee di calcio diverse - ha continuato - Ivan probabilmente ha riferimenti a uomo, i miei sono più a zona. Questo non significa che il nostro sia migliore del loro. Nascono da quello che è il nostro vissuto, dalle nostre esperienze. Arrivarci dopo le sconfitte sia per noi che per loro è uguale perché il derby resetta. È una partita che non devi subire, devi giocare. Sono partita in cui devi metterti in gioco, non devi avere rimpianti perché hai dato tutto. I numeri? La paura nel calcio fa novanta, ma non deve esserci paura. Ogni partita racconta una storia diversa. Fino a tre domeniche fa eravamo la miglior difesa, oggi abbiamo sciupato quel risultato. Io faccio calcoli solo sulla mia squadra”. E ancora: “Il Genoa è bravo sulla profondità. È una squadra aggressiva. È una squadra che non butta via il pallone. Tutte cose sulle quali siamo preparati e su cui saremo sollecitati. Lo spirito della squadra è battagliero, sanno togliere lo spazio di gioco. Dobbiamo essere molto bravi a fare la nostra partita e adattarci al nostro modo di giocare. Rispetto molto il Genoa e il suo allenatore che è umile, ha saputo gestire esonero e allontanamento dal calcio in modo silenzioso senza farsi pubblicità. Ho molto rispetto per loro, ma molta fiducia nella mia Samp. Voglio che la squadra vinca il derby giocando a calcio, tutto il resto non mi interessa”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche