Fiorentina-Juventus, Andrea Della Valle condanne offese Scirea e Heysel: "Scritte inguriose"

Serie A

Le scritte che hanno offeso la memoria dei 39 tifosi morti all'Heysel e l'ex capitano bianconero, scomparso in un incidente d'auto nel 1989 hanno provocato la dura reazione di Andrea Della Valle. Allegri durissimo nei confronti degli autori del gesto: "Chi l'ha fatto va arrestato" 

SCRITTE CONTRO SCIREA, IL DOLORE DELLA MOGLIE MARIELLA

A Firenze prima della sfida contro i bianconeri sono comparse alcune volgari scritte contro lo storico capitano della Juventus Gaetano Scirea e le vittime della tragedia dell'Heysel. Al termine della partita del Franchi sono arrivate le dure parole di condanna di Andrea Della Valle: "Come società condanniamo con forza il contenuto delle scritte ingiuriose e irrispettose nei confronti dell'ex capitano della Juventus Gaetano Scirea e delle vittime dell'Heysel". Condanna anche dal sindaco di Firenze Dario Nardella, attraverso il proprio profilo Twitter: "Una squadra di pronto intervento ha cancellato le scritte vergognose su Scirea e Heysel fuori dal Franchi, opera di qualche idiota che non rappresenta il vero cuore di Firenze". 

L'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri è stato molto duro nei confronti degli autori del vergognoso gesto: "E' una questione di educazione e di rispetto, non dipende dalle singole tifoserie, ma da persone singole. Chi ha scritto certe cose andrebbe quasi arrestato ma finché avvengono cose così senza trovare una soluzione è un qualcosa di diseducativo". Parole simili utilizzate anche da Pavel Nedved prima della partita: "Difficile commentare scritte così, quando il nostro capitano omaggia quello della Fiorentina e loro oltraggiano la memoria di Scirea. È inaccettabile, triste, diseducativo e vergognoso. Non lo dico per fare polemica, ma lo dico per risolvere un problema che non è di Firenze, ma di tutti gli stadi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche