Il Var annulla gol a Saponara al 92' di Juve-Samp: i VIDEO delle decisioni

Serie A

All'Allianz Stadium tre decisioni prese dall'arbitro Valeri con l'aiuto del Var, nel corso del match vinto dalla Juventus per 2-1 sulla Sampdoria. L'analisi e i video dei tre episodi

RONALDO: "COL VAR MENO ERRORI"

GIAMPAOLO: "RIGORE ALLA JUVE E' UN REGALO"

JUVE-SAMP, GLI HIGHLIGHTS

Nell'anticipo della 19^ giornata tra Juventus e Sampdoria, tre le decisioni di Valeri prese con l’utilizzo della video-assistenza arbitrale. Quello che fa più discutere, è l'ultimo. Il gran gol del pareggio di Saponara annullato al 92', dopo la grande esultanza dei blucerchiati. Paradossalmente delle tre la più sorprendente ma la più chiara da un punto di vista regolamentare. Maresca dalla sala Var aveva richiamato l'attenzione del direttore di gara in altri due episodi nel corso del match. Il primo in ordine di tempo al 32' (concesso il rigore poi trasformato da Quagliarella per un tocco di braccio in area bianconera di Emre Can). Nel secondo episodio per un "mani" di Ferrari in area, l'arbitro Valeri aveva già assegnato il penalty a favore della Juventus. Dopo l’on-field review, ha confermato quanto aveva deciso in precedenza.

L'analisi degli episodi: il gol annullato a Saponara

Siamo entrati da pochissimo nel 92' minuto. Perin sbaglia un rilancio, il pallone finisce a Saponara che lo controlla e poi piazza un bellissimo sinistro all'incrocio dei pali. Pareggio ed esultanza di tutta la Samp ma ancora una volta la revisione video è in agguato: dalla sala Var infatti scovano un fuorigioco di Saponara che a prima vista è insospettabile ma c'è. Sul rinvio di Perin infatti il pallone viene toccato da Defrel e in quel momento Saponara è in fuorigioco. Dopo il tocco di Defrel il pallone rimbalza accidentalmente sul piede di Alex Sandro: una deviazione dunque e non una giocata quella dello juventino quindi la posizione di Saponara non viene sanata. Si resta sul 2-1 tra lo sconforto dei blucerchiati.

L'analisi: il rigore concesso alla Juve

Anche in questo caso nasce tutto da un calcio d'angolo: sullo spiovente a centro area di Pjanic il pallone infatti finisce sul braccio di Ferrari. Stavolta l'arbitro Valeri indica il dischetto ma comunque il Var Maresca lo richiama per andare a rivedere l'episodio. Il braccio del doriano è meno staccato dal corpo rispetto a quello di Emre Can ma anche in questo caso per Valeri il gesto è punibile, quindi conferma la scelta del calcio di rigore. Dal dischetto Cristiano Ronaldo segna la sua doppietta e con 14 gol scavalca Piatek in vetta alla classifica cannonieri
 

L'analisi: il rigore concesso alla Sampdoria

Stavolta, come dicevamo, è Maresca dalla sala Var a richiamare l'attenzione dell'arbitro Valeri dopo un calcio d'angolo a favore della Samp. All'arbitro sfugge infatti un tocco col braccio di Emre Can, che salta alle spalle di Ekdal e intercetta il pallone col braccio. Un tocco non voluto dal giocatore ma provocato evidentemente col braccio troppo largo secondo Valeri, che dopo la revisione a bordo campo decide di indicare il calcio di rigore. Dal dischetto il solito Quagliarella fa 1-1.
 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche