Keita: "Non penso al riscatto, solo a lavorare. L'Inter andrà sempre meglio"

Serie A

L'attaccante nerazzurro ha parlato a Sky Sport 24: dagli obiettivi personali a quelli di squadra, fino alla presa di posizione sul razzismo nel calcio. "Le parole di Spalletti fanno piacere, dovevo solo sbloccarmi: conosco i miei mezzi. I bambini a San Siro? Una cosa bella"

INTER, PRESSING PER DE PAUL

INTER, NIENTE RICORSO PER SAN SIRO A PORTE CHIUSE: "FATE ENTRARE I BIMBI"

Il 2018 di Keita Baldé si è concluso alla grande, con il gol vittoria di Empoli arrivato dopo l’assist a Lautaro Martinez decisivo per il successo contro il Napoli. Intervistato su Sky Sport 24, l’attaccante senegalese dell’Inter ha auspicato un inizio 2019 altrettanto favorevole: “Ho finito bene il 2018, era molto importante vincere soprattutto l’ultima ad Empoli per finire bene anno. Ora siamo concentrati su questo 2019 per far sempre meglio e superare le aspettative”. Dopo essersi sbloccato con la doppietta al Frosinone, Keita è diventato sempre più importante per Spalletti: “Per esplodere serviva la scintilla? Diciamo di sì, quando inizi a fare i primi gol poi gli altri vengono da soli. Ero consapevole di questo, conosco i miei mezzi, dovevo avere soltanto pazienza e aspettare che arrivasse il primo. Spero di non fermarmi qua e fare sempre meglio”.

"Le parole di Spalletti fanno piacere"

A proposito di Spalletti, l’allenatore nerazzurro lo ha elogiato: “Mi fanno piacere le parole di Spalletti – ha detto Keita – io sono così come mi conoscono tutti: un ragazzo che ama ridere e fare scherzi. Qui siamo una grande famiglia, mi hanno accolto bene. Anche in campo mi sento bene, cerco di dare una mano e il meglio di me, attraverso il mio contributo. Poi l’importante è vincere, se arrivano i gol e gli assist meglio ma va tutto alla squadra”. Grazie alla conoscenza di tante lingue, Keita è anche un uomo spogliatoio: “Penso che sia molto importante sapere le lingue, per capirti con gli altri giocatori, i compagni e lo staff. La lingua va parlata perché nello spogliatoio ormai capita sempre che ci siano diverse culture”. Sempre sul piano personale, Keita non sembra pensare molto al riscatto previsto (o meno) a fine stagione: “Sinceramente penso soprattutto a lavorare e fare bene. A fine stagione il tempo dirà cosa succederà, mi concentro sul campo”.

"L'Inter può arrivare in fondo alle competizioni"

Dagli obiettivi personali a quelli di squadra, Keita ha fiducia nei mezzi dell’Inter, che da gennaio in poi sarà impegnata in Europa League e in Coppa Italia, oltre che in campionato: “Possiamo arrivare in fondo in Coppa Italia e Europa League, abbiamo una rosa ampia per affrontare queste competizioni. Siamo fiduciosi, con tanta voglia di fare bene e di andare sempre fino in fondo. E anche dal punto di vista societario – ha aggiunto – l’Inter ha messo le basi per vincere. Stiamo lavorando benissimo, stiamo crescendo velocemente e andando sempre meglio. Penso che l’Inter sia una grandissima società in Italia e a livello internazionale, di anno in anno andrà sempre meglio”.

La presa di posizione sul razzismo

Infine, un commento su quanto accaduto a San Siro a Koulibaly: l’Inter ha annunciato che non farà ricorso, ma che chiederà che lo stadio venga riempito dai bambini: “Sono favorevole, se accadrà sarà una bella cosa. Il razzismo nel calcio? Sono sincero, di gente ignorante in giro ce n’è tanta e non tutti abbiamo la stessa educazione. Se non l’hanno imparato da bambini, non penso che lo impareranno adesso che hanno 30 o 40 anni. È anche giusto però che per 10 persone non paghino tutti quanti: ognuno è consapevole di quello che fa, delle cose buone o cattive”. E ai giovanissimi che potrebbero riempire San Siro, Keita rivolge questo messaggio: “Devono imparare le cose belle del calcio, apprezzare gli esempi positivi, imparare i valori come educazione e rispetto. Perché di cose buone nel calcio ce ne sono – conclude Keita – e nel calcio bisogna essere sempre felici e gioire”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport