Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
26 gennaio 2019

Lazio-Juventus, Allegri: "Felice per Caceres. Pogba? Difficile torni. Kean deve restare"

print-icon

L'allenatore bianconero parla delle strategie di mercato del club: "Ho voluto fortemente Caceres, un ragazzo positivo che conosce l'ambiente e può darci tanto. Benatia ha fatto una scelta, inutile tenere giocatori controvoglia. Kean deve restare". Sulla Lazio: "Mi attendo una gara complicata"

LAZIO-JUVENTUS LIVE

Sky Calcio: Serie A TIM 7 partite su 10 ogni turno

Tra campo e calciomercato, Juventus protagonista in questo gennaio. In conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Lazio in programma domenica sera all'Olimpico, l'allenatore bianconero ha parlato anche delle trattative di mercato annunciando di fatto il ritorno di Martin Caceres: "Abbiamo avuto la fortuna che Caceres abbia accettato la nostra proposta, lui conosce l'ambiente ed è un giocatore molto bravo. Poi avremo tra poco Barzagli a disposizione e quindi saremo completi. Martin è un giocatore che ho voluto fortemente. Benatia ha chiesto di andare via, ha fatto una scelta diversa dalle nostre intenzioni e la società l'ha accontentato. Caceres può darci tanto. Abbiamo valutato anche altri profili, ma portarli qui a quattro mesi dalla fine della stagione tra la lingua da imparare, la condizione fisica e altro... ci avremmo messo troppo tempo. Martin invece è già pronto. Caceres - ha proseguito Allegri - è un giocatore che, già quando è andato via dalla Juve, ho detto che valeva Barzagli, Chiellini e Bonucci. Può giocare a due nei due centrali, anzi credo faccia meglio quello che l'esterno ora. Poi è un positivo e avere ragazzi positivi in squadra è sempre molto importante e mi rende felice".

"Benatia ha scelto di andare. Inutile tenerlo controvoglia"

Allegri è poi tornato a parlare della decisione di Benatia di lasciare la Juve: "Fino a dicembre aveva giocato sei partite, poi ha fatto una scelta che non credo dipenda da giocare o non giocare. Tra l'altro va in Qatar, quindi direi che la società giustamente ha valutato e accettato la sua richiesta. Anche perché tenere un giocatore controvoglia non avrebbe avuto senso. E comunque Benatia alla Juventus ha fatto ottime annate e anche io sono dispiaciuto vada via, ma non posso entrargli nella testa e cambiare la sua idea. Ha deciso e basta", ha aggiunto l'allenatore bianconero.

"Pogba? Ritorno difficile. Kean deve restare"

"Un altro ritorno potrebbe essere quello di Pogba? Credo che sia molto difficile che Pogba torni alla Juventus. Questa cosa dell'uscita di Benatia di cui sono molto dispiaciuto e dell'arrivo di Caceres, di cui sono molto contento, sarà importante anche per la crescita di Rugani, che ora avrà la possibilità di giocare tante partite e dare la conferma della sua crescita avvenuta in questi quattro anni", ha proseguito Allegri. Che ha poi proseguito: "Kean deve rimanere alla Juventus, a febbraio ha 19 anni e del calcio deve ancora imparare tutto. Essere alla Juve è la sua fortuna. Andando via rischia sicuramente di fare qualche minuto in più, ma sicuramente interrompe il sup percorso di crescita. Quanti giovani sono andati via e dopo 5 o 6 anni sono dovuti tornare indietro e iniziare nuovamente? I giovani vanno accompagnati in un percorso di crescita. La Juventus è il posto ideale per migliorare, così come successo a Rugani che ha avuto la forza di stare quattro anni alla Juve e si vede dalle sue prestazioni quando gioca. Per me chi va via dalla Juve sbaglia", ha ammesso Allegri.

"Cancelo partirà dalla panchina"

L'allenatore bianconero ha poi parlato del match dell'Olimpico contro i biancocelesti: "Mi aspetto una partita complicata. La Lazio cercherà di battere per la prima volta una grande, speriamo non ci riesca domani. Io 15 giocatori li ho, rientra Cancelo a disposizione, Mandzukic torna col Parma, forse anche Khedira, Pjanic da lunedì tornerà ad allenarsi con la squadra. La Lazio è fisica, tecnica e come la Juve ha segnato tanto su palla inattiva e soprattutto in casa tira tanto in porta. Domani vorrà riscattare la sconfitta di Napoli, noi invece domani dobbiamo dare continuità, è importante per questo. Alla vittoria dello scudetto mancano ancora tante vittorie e ogni vittoria è un passo in più. L'unico dubbio che ho è giocare a due o a tre in mezzo al campo. Cancelo partirà dalla panchina, se ci sarà bisogno potrà essere un cambio importante", le parole di Allegri.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi