Empoli-Genoa 1-3: gol e highlights. Magia di Lazovic, in rete anche Kouamé e Sanabria

La squadra di Prandelli conquista, al Castellani, una preziosissima vittoria in ottica salvezza. Kouamé sblocca le marcature, ma Di Lorenzo nella ripresa firma il momentaneo pari. Nell’ultimo quarto di gara sale in cattedra Lazovic che, con un gol e un assist, regala il successo ai rossoblù. Prima rete italiana di Sanabria al primo tocco della partita

SERIE A, RISULTATI E CLASSIFICA - PAGELLE

PRANDELLI: "SQUADRA RESPONSABILIZZATA SENZA PIATEK"

EMPOLI-GENOA 1-3

18' Kouamé (G), 63' Di Lorenzo (E), 70' Lazovic (G), 73' Sanabria (G)

Il Genoa vince il Monday Night della 21^ giornata e compie un decisivo scatto salvezza. I rossoblù passano 3-1 in casa dell’Empoli e allungano a 9 punti il vantaggio sulla zona retrocessione. Era dal 30 settembre che i grifoni non raccoglievano un successo in trasferta e ci riescono alla prima gara ufficiale dell’era post Piatek, dove a realizzare i gol decisivi sono Kouamé e il suo erede Sanabria, oltre alla magia di Lazovic, tanto bella quanto importante a siglare il nuovo vantaggio a venti minuti dal termine. Un segnale incoraggiante, utile anche a spazzare via qualche malumore dei tifosi, nato dopo l’addio prematuro dell’attaccante polacco, e che mette in crisi la formazione di casa: troppo sprecona nella prima frazione di gioco, ingenua e squilibrata in occasione delle reti subite. Il Bologna resta in ritardo di tre lunghezze, un margine assolutamente insufficiente a tranquillizzare l’ambiente, senza vittoria da ormai un mese e mezzo.

La partita

Iachini ritrova Krunic e Bennacer, squalificati nell’ultimo turno, e li ripropone dal 1’ nel centrocampo a cinque, con Zajc a dare supporto all’unica punta Caputo. Prandelli, invece, preferisce non scoprirsi e opta per il 4-5-1, con Kouamé a fare da prima punta nella prima giornata successiva all’addio di Piatek, direzione Milan, e tutti i nuovi arrivi esclusi – almeno inizialmente – dalla formazione titolare. Il Genoa parte con le idee chiare e si fa vedere con la velenosa conclusione di Bessa, ma l’Empoli, dal suo canto, dimostra di avere più fiducia e consapevolezza dei propri mezzi. Ogni volta che i toscani si affacciano in avanti, infatti, sanno cosa fare e mettono quasi sempre in apprensione la difesa rossoblù. Nella prima parte di gara è in particolare Zajc ad essere scatenato, con una serie di belle giocate che porta al palo esterno – il 5° stagionale, record del campionato insieme a Immobile - intorno al quarto d’ora. Gli ospiti provano a colpire sfruttando i lanci lunghi alle spalle della difesa, con la velocità e forza fisica di Kouamé, e ci riescono al 18’: Veseli non difende a dovere un pallone verticalizzato da Criscito, l’attaccante ivoriano gli ruba tempo e palla e, dopo essersi accentrato, infila in rete l’1-0. A 290 minuti di distanza dall’ultima volta, il Genoa si sblocca sotto porta e va anche vicino al raddoppio con il taglio centrale di Lazovic, chiuso sul suo palo da Provedel. La reazione dell’Empoli, però, non si fa attendere e diventa una pressione continua che li porta a creare ben 12 conclusioni nel solo primo tempo. Prima Krunic e poi Caputo devono, tuttavia, fare i conti con uno straordinario Radu, bravissimo a sventare entrambi i pericoli ravvicinati. La gara resta divertente anche nella ripresa, mentre non si mantiene allo stesso livello la prestazione del portiere rumeno, colpevole di una presa sbagliata che permette a Di Lorenzo di riequilibrare l’incontro e realizzare il secondo gol in una settimana. La gioia dell’Empoli non dura, comunque, a lungo. Tra il 70’ e il 73’, infatti, il Genoa mette la freccia. Straordinaria la ripartenza individuale di Bessa che trasforma l’azione da difensiva in offensiva e serve Lazovic, bravissimo a sua volta nel mancino a giro sul palo lontano che riporta avanti i grifoni. Il serbo non si accontenta e, poco dopo, crea il panico nella difesa toscana, pescando al centro tutto solo Sanabria. Il paraguaiano, arrivato per sostituire Piatek e appena entrato, firma il suo primo gol italiano con il primo tocco in maglia rossoblù: un comodo colpo di testa a porta vuota. L’uno-due diventa una mazzata letale per i ragazzi di Iachini, ko per la quinta volta nelle ultime sei giornate e incapaci di approfittare delle numerose sconfitte nelle zone basse della classifica.

TABELLINO

EMPOLI (3-5-1-1): Provedel; Veseli, Silvestre, Rasmussen; Di Lorenzo, Traoré (74' Salih Uçan), Bennacer, Krunic (58' Mchedlidze), Pasqual; Zajc (80' Acquah); Caputo. All.: Iachini

GENOA (4-5-1): Radu; Biraschi, Romero, Zukanovic, Criscito; Lazovic (89' Pedro Pereira), Romulo (68' Sanabria), Veloso, Rolon (87' Pezzella), Bessa; Kouamé. All.: Prandelli

Ammoniti: Bessa (G), Rolon (G), Rasmussen (E)

1 nuovo post
59' - Biraschi a un passo dal raddoppio! Il giocatore del Genoa raccoglie a centro area una respinta corta della difesa e prova il destro a giro che finisce fuori di un soffio
- di fabrizio.moretto.1992
58' - Prima mossa per Iachini che richiama Krunic per far posto a Mchedlidze
- di fabrizio.moretto.1992
57' - Ammonito ​Rolon
- di fabrizio.moretto.1992
57' - Interessante il cambio di Prandelli che è passato al 4-2-3-1, inibendo la partenza dell'azione dell'​Empoli dai piedi di Bennacer Traoré
- di fabrizio.moretto.1992
53' - Doppio tentativo per Lazovic! L'esterno si inserisce in area e riceve l'appoggio di Romulo: destro a giro subito murato, poi la conclusione al volo che termina ampiamente lontano dalla porta
- di fabrizio.moretto.1992
51' - Chance per l'Empoli! Cross rasoterra insidioso di Di Lorenzo dalla destra, Caputo sembra anticipare la difesa sul primo palo ma non riesce a deviare la sfera verso la porta, con la palla che scivola lentamente sul fondo
- di fabrizio.moretto.1992
48' - Buona avanzata di Lazovic da sinistra verso il centro area, con l'appoggio arretrato per Kouamé, ma l'intercetto di Silvestre diventa fondamentale per i suoi
- di fabrizio.moretto.1992
46' - Al via la ripresa
- di fabrizio.moretto.1992
Le squadre stanno per rientrare in campo. Empoli-Genoa è pronta a riprendere per i secondi 45 minuti
- di fabrizio.moretto.1992
Questa l'esultanza di Kouamé dopo aver realizzato il gol del vantaggio
- di fabrizio.moretto.1992
- di fabrizio.moretto.1992

Solo contro il Frosinone (13) l'Empoli ha effettuato più tiri nel primo tempo in questo campionato, rispetto alla gara in corso (12)

- di fabrizio.moretto.1992
È proprio Radu a parlare al termine dei primi 45 minuti: "Dobbiamo stare più concentrati nel secondo tempo e gestire meglio il pallone"
- di fabrizio.moretto.1992
Decide, almeno al momento il gol di Kouamé al 18'. Grande protagonista è stato anche il portiere Radu, decisivo in almeno due interventi
- di fabrizio.moretto.1992
​FINISCE IL PRIMO TEMPO AL CASTELLANI! EMPOLI-GENOA 0-1!
- di fabrizio.moretto.1992
45+1' - Duello fisico tra Caputo Romero, con l'attaccante dell'Empoli che si difende e prova a incrociare col mancino, senza riuscire a trovare la porta
- di fabrizio.moretto.1992
45' - ​Un minuto di recupero
- di fabrizio.moretto.1992
43' - Kouamé impensierisce di nuovo l'Empoli con la sua velocità e forza fisica, agevolato anche da un rimpallo. L'attaccante difende palla e prova a tirare, ma Rasmussen smorza la conclusione
- di fabrizio.moretto.1992
41' - Problemi fisici per Romero che resta a terra
- di fabrizio.moretto.1992
40' - Super giocata di Di Lorenzo sul lato corto destro dell'area di rigore, ma il suo appoggio arretrato, dopo aver effettuato il tunnel, viene intercettato da ​Zukanovic
- di fabrizio.moretto.1992

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche