Chi è Kastanos, il primo cipriota della Juventus e della Serie A

Serie A

I bianconeri l'hanno preso per 60mila euro, fu scoperto per caso durante un'amichevole in Italia mentre era in ritiro con l'EN Paralimni. Fantasista, esterno, playmaker, ha segnato 3 gol in 30 partite con la Juve U23

SPAL-JUVE 1-1: GOL E HIGHLIGHTS

LE PROBABILI FORMAZIONI DELLA SERIE A

Grigoris Kastanos fu scoperto per caso, durante un'amichevole tra una squadra cipriota e un'altra di calciatori svincolati: "Mi colpì la sua fisicità, la sua tecnica, la sua personalità". Parola di Riccardo Guffanti, uomo di fiducia di Andrea Carnevale, capo scout dell'Udinese: "Pensai che avremmo dovuto visionarlo". Detto, fatto. Kastanos diventa bianconero - evidentemente quei colori erano destino - ma non riesce a farsi tesserare. Poco male. 

Durante l'ultimo giorno di mercato Guffanti parla con due agenti (Savini e Letterio) e gli racconta la sua storia: "Questo è bravo". Tempo due giorni e gli organizzano un provino alla Juventus, quello che cambierà davvero la sua vita. Il resto è storia nota, perché oggi Kastanos diventerà il primo calciatore cipriota a giocare un minuto con i bianconeri. Probabilmente nel giorno dello Scudetto, a Ferrara contro la Spal. Quanti passi avanti. 

Kastanos, dal Viareggio alla Serie A

Se lo staranno chiedendo tutti: "Chi è questo ragazzo?". Qualche pillola: classe '98, fantasista, anche esterno, quest'anno ha giocato 30 partite con la Juve U23 segnando 3 gol. L'anno scorso ha fatto un'esperienza in Belgio con lo Zulte Waregem, non fortunata: soltanto una gara in campionato, altre 3 in Europa (una all'Olimpico contro la Lazio). Troppi infortuni: "Ad agosto ho accettato di restare alla Juve U23 per giocarmi le mie carte e fare bene". Guffanti ci aveva visto lungo tempo fa, il guizzo dell'esperto davanti a un caffè, tant'è che i bianconeri l'hanno preso per soli 60mila euro dal Paralimni

Pronti, partenza, titolo: nel 2016 vince il Viareggio segnando anche in finale, nel 3-2 contro il Palermo. Il ragazzino venuto dal nulla, stella del suo paese e della Nazionale cipriota, dove ha esordito addirittura nel 2015 (contro il Belgio). Aveva 17 anni, a 21 può contare 15 gare in Nazionale con un gol in Nations League contro la Bulgaria. Iniziano a chiamarlo il Messi di Cipro, ma a lui non piace: "Nessuno potrà essere come lui!". 

Studia da Pjanic, sogna Modric

A gennaio 2017 passa al Pescara e gioca 8 partite in Serie A, diventando il primo calciatore cipriota a giocare nel nostro campionato. Disputa anche una buona gara contro la Lazio servendo l'assist a Benali. Oggi gioca in Serie C, un campionato che non ama: "Non mi fa impazzire perchè è un torneo poco tecnico, c'è molto agonismo. Sono tutte battaglie". Guai a dirgli che gioca in C però, lui si sente "un giocatore della Juve". 

Un solo modello, per fare come lui potrebbe anche da playmaker: "Pjanic è il giocatore che sto provando a seguire di più, gioco anche da mediano a volte". Fabio Grosso, ex allenatore della Juve Primavera, lo faceva giocare come esterno (il ruolo in cui giocherà la sua prima partita con i bianconeri ndr): "Da lui ho imparato molto, stesso discorso per Oddo. Due Campioni del Mondo molto preparati con cui sono migliorato". Kastanos è nato a Nicosia nel '98, una città divisa da un muro da oltre 40 anni. Cipro Nord e Cipro Sud, la sua vita per molto tempo, quando sognava Modric: "Diventare come lui? Magari!". Il ragazzo sorride, dopo lo Spal lo farà ancora: avrà esordito con la sua Juve. 

I più letti