Udinese Inter, Tudor: "Sono fiducioso, possiamo sorprendere"

Serie A

L’allenatore dell’Udinese ha presentato la gara contro l’Inter in conferenza stampa: “Bisogna mettere l’intensità che abbiamo avuto contro l’Atalanta. La squadra di Spalletti ha qualità, ma resto positivo: ci possono essere sorprese, speriamo di farne una domani”

UDINESE-INTER LIVE

La salvezza è alla portata, ma servono ancora punti all’Udinese per chiudere serenamente la stagione. Di fronte, i bianconeri troveranno l’Inter che vuole vincere per blindare il terzo posto e mantenere le distanze sulle inseguitrici. Igor Tudor è consapevole dell’importanza della partita e delle qualità dell’avversario, come ha espresso nella conferenza stampa di presentazione alla sfida. “L'Inter è un avversario di qualità, ma sono fiducioso e positivo. La squadra ha lavorato tanto e sta crescendo molto sia fisicamente che mentalmente. Voglio vedere l'intensità, l'atteggiamento e la voglia di non sbagliare che la squadra ha messo in campo con l'Atalanta. Ci possono essere sorprese e spero che una la possiamo fare domani” ha spiegato l’allenatore. Che crede ci possano essere margini di miglioramento: “Bisogna segnare quando si ha l’opportunità e cercare di sbagliare il meno possibile in difesa”.

L’analisi dei singoli

Tudor ha quindi speso parole d’elogio per Pussetto: “Può diventare un giocatore davvero importante, ha tanto margine di miglioramento e un futuro brillante davanti a sé. La cosa che conta è che continui a lavorare coì tanto e così bene come sta facendo adesso”. I complimenti non sono mancati nemmeno per l’Inter: “Skriniar è tra i cinque migliori difensori al mondo, Brozovic è cresciuto molto ed è uno dei più forti nel suo ruolo, Perisic sa fare danni, Icardi è fortissimo, Nainggolan è un fuoriclasse, Asamoah lo volevo addirittura prendere al Galatasaray. Insomma, c’è l’imbarazzo della scelta”.

I più letti