Lazio-Atalanta, Gasperini: "Impresa straordinaria. Champions? Ci crediamo ancora di più"

Serie A

L'Atalanta non si ferma più e ora crede davvero alla Champions: la Dea sbanca l'Olimpico e si porta a -1 dal terzo posto. L'entusiasmo di Gasperini: "Ci crediamo ancora di più. Champions o Coppa Italia? Non fatemi scegliere, sto facendo gli scongiuri. Ormai abbiamo acquisito una consapevolezza straordinaria"

LAZIO-ATALANTA 1-3, GOL E HIGHLIGHTS

Atalanta show. L'ennesimo, che avvicina la Dea al sogno Champions League: a tre giornate dalla fine, la squadra di Gasperini è quarta e tallona anche l'Inter a -1 dal terzo posto dopo una vittoria esaltante e decisiva nello scontro diretto dell'Olimpico contro la Lazio. Gian Piero Gasperini, ai microfoni di Sky Sport, si gode questo momento: "Abbiamo fatto un'impresa straordinaria che ci mette in una posizione di classifica che... se prima ci credevamo, ora ancora di più. Perché è vero che le vittorie valgono tutte tre punti, ma questa ha un valore indubbiamente maggiore". Anche stavolta, una vittoria arrivata in rimonta. E Gasperini ci scherza su: "Andare subito sotto è uno schema, è preparato. Scherzi a parte, abbiamo delle certezze, mi accorgo ed è evidente che abbiamo una consapevolezza del nostro gioco alla quale ci attacchiamo. Questo è un qualcosa che ci dà forza e serenita, seguiamo la nostra logica di gioco e nell'arco della partita indipendentemente dagli episodi, alla fine veniamo premiati".

"Dopo Napoli abbiamo capito che..."

Poi si parla dell'aspetto fisico e Gasperini smonta un po' il mito degli allenamenti intensi: "Questa è una cosa che viene esasperata: i dati dicono che non siamo i migliori. Il mio obiettivo non è quello di stroncare i giocatori, spero sempre che in allenamento, come in partita, si divertano: è il principio che sta alla base di tutto. Chiaro che poi abbiamo i nostri metodi: io ad esempio non so cosa voglia dire gestire. Che stiamo seduti e ci guardiamo in faccia? Ciononostante, i miei allenamenti non credo siano così esasperati". Infine, si torna a parlare di quell'incredibile obiettivo, la Champions League, ora a portata di mano: "L'obiettivo è sempre stato l'Europa League, poi però abbiamo iniziato a credere in qualcosa in più. Il momento in cui ho pensato "siamo da Champions" è stato dopo la vittoria di Napoli. Ma non è ancora fatta, sto facendo gli scongiuri. Champions determinante per il mio futuro? Non ne abbiamo parlato, siamo concentrati sulle partite che restano. L'unica cosa che dico è che scegliere tra Coppa Italia e Champions non si può, anche se non è detto che un trofeo sia necessariamente meglio che un piazzamento prestigioso come quello che ci permetterebbe di giocare la Champions".

Zapata: "Vogliamo tutto"

Ancora un gol, ancora la firma su una vittoria prestigiosa dell'Atalanta. Proprio come la Dea, Duvan Zapata non si ferma più: "La Champions non è più un sogno? Sì, merito nostro che stiamo facendo qualcosa di incredibile. Ci sono da ringraziare anche i tifosi, che in ogni trasferta ci seguono. L'aspetto che mi piace di più è la forza che abbiamo. Oggi siamo andati sotto, ma abbiamo forza e qualità. Champions o Coppa Italia? Noi vogliamo tutto, non c'è via di mezzo. Continuiamo così".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport