Napoli, Manolas: "Io, calciatore grazie a mio zio. Tifosi? Che accoglienza, li ripagherò"

Serie A

Il difensore greco si racconta in una lunga intervista rilasciata al canale Youtube del Napoli dove affronta diversi temi extracalcistici: "La famiglia è fondamentale, dirò sempre grazie a mio zio. Tifosi? Farà di tutto per ripagare la loro accoglienza"

MARSIGLIA-NAPOLI LIVE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

"Ciao sono Konstantinos Manolas, sono nato ad Atene ma sono di Naxos. Sono molto orgoglioso di essere greco, sono molto legato a Naxos dove ho vissuto i primi 16 anni della mia vita. Per me è un paradiso. Quando finirò la carriera andrò a vivere lì insieme alla mia famiglia". Inizia così l'intervista rilasciata al canale Youtube del Napoli dal nuovo difensore azzurro. Manolas è tornato sulla decisione di scegliere il Napoli: "Quando mi ha chiamato il Napoli l’ho detto a tutti, sono molto aperto e non ho nulla da nascondere. Le decisioni però le prendo sempre da solo. Informo sempre la mia famiglia, ma poi la decisione è mia perché è mia la carriera. Il primo impatto con i tifosi a Dimaro? Sono entrato in campo e ho visto tutti alzarsi in piedi gridando il mio nome. Li ringrazio per questo e farò di tutto per ripagare la loro accoglienza", ha proseguito il greco.

"La famiglia è fondamentale. Dirò sempre grazia a mio zio"

Manolas che ha raccontato diversi aspetti della sua vita anche extra campo: "Ho un grandissimo rapporto con mio padre, mia madre, mio fratello, mia moglie, mio zio e tutti. È molto importante per un atleta essere vicino alla propria famiglia. Sono le persone che ti danno i consigli giusti su quello che bisogna fare. A Inizio carriera avevo vicino mio padre, mia madre, mio zio che mi hanno sempre aiutato molto nelle scelte e sarò sempre grato a loro”. Il greco poi ammette: “Nella scelta di diventare calciatore mi sono ispirato a mio zio, Stelios Manolas, che è stato il miglior difensore per 20 anni di carriera all'AEK Atene, è stato sempre vicino a me e lo ringrazierà perché mi ha aiutato. Sarò sempre grato a lui per quello che ha fatto per me".

"Tempo libero? A casa. Voglio recuperare il tempo perso con la mia famiglia"

"Cosa faccio nel tempo libero? Sono sempre a casa con la mia famiglia e i miei bimbi. Non mi piace tanto uscire, a casa ho tutto, cucina mia moglie. Quando ho tempo libero voglio recuperare il tempo con loro, quando sei calciatore devi sempre essere concentrato sul lavoro che è molto difficile. Guardo tanto calcio, mi piace, con gli amici ogni tanto gioco a ping pong", ha concluso l’ex difensore della Roma Manolas.

I più letti