Giampaolo e il suo nuovo Milan: dal modulo ad alcuni ripensamenti

Serie A

L'allenatore rossonero si avvicina fiducioso alla prima di campionato contro l'Udinese. Tutta la squadra a disposizione, eccezione fatta per Hernandez, ancora alle prese con l'infortunio alla caviglia. E' cambiato il modulo e anche il giudizio iniziale su alcuni giocatori come Suso e Kessiè

MILAN, CINQUE MOTIVI PER SORRIDERE

CORREA, INTRECCIO DI MERCATO

TUTTE LE TRATTATIVE IN TEMPO REALE

Il Milan si avvicina a grandi passi verso la prima di campionato. Dall'altra parte ci saranno l'Udinese e una Dacia Arena da espugnare. Il gioco si fa subito duro per Giampaolo, che però arriverà all'appuntamento fiducioso. E, soprattutto, con tuta la rosa a disposizione, il massimo per ogni allenatore. Ad inizio agosto, infatti, sono rientrati coloro che hanno giocato la Copa d'Africa mentre, due o tre giorni fa, sono arrivati a Milanello gli ultimi acquisti, ovvero Duarte e Bennacer. L'unico che non ci sarà all'esordio in Serie A è Hernandez, ancora alle prese con l'infortunio alla caviglia subìto nella partita di International Champions Cup contro il Bayern Monaco. Il suo recupero sta procedendo per il meglio, ma bisognerà aspettare ancora un po' prima di vederlo con il resto della squadra. 

Giampaolo l'innovatore

La mano di Marco Giampaolo sul nuovo Milan si vede eccome. A partire dal modulo, con l'ex Samp che è passato dal 4-3-3 di Gattuso al suo solito 4-3-1-2. Ma è cambiata soprattutto l'idea iniziale. Sono stati fatti dei passi indietro riguardo ad alcuni giocatori. Uno di loro è Suso, pallino del tecnico. Lo spagnolo è stato spostato dall'esterno alla trequarti, facendo così bene da guadagnarsi una maglia da titolare nel giro di poco. Paquetà - addirittura - è stato collocato non più nel suo ruolo originario, ma come mezz'ala. Bonaventura invece rappresenterà l'alternativa allo spagnolo dietro le due punte. Chi ha sorpreso è stato pure Kessiè, che si diceva non essere adatto alle idee di gioco di Giampaolo. Quest'ultimo invece è rimasto positivamente colpito dagli allemamenti e dalle prestazioni dell'ivoriano, che adesso si appresta ad essere protagonista proprio come nella passata stagione.

I convocati per Cesena

Intanto il Milan scenderà in campo domani nell'amichevole contro il Cesena. L'ultimo test prima della trasferta di Udine con cui aprirà il campionato. Non convocati per problemi fisici Reina, Leao e Krunic. Fuori anche Bennacer, arrivato da poco. Out pure Laxalt, anche lui non al top della condizione a causa di qualche acciacco e inoltre nella lista dei possibili partenti. Giampaolo proporrà il solito 4-3-1-2, che molto probabilmente sarà lo stesso undici che scenderà in campo anche alla Dacia Arena. Donnarumma fra i pali, linea di difesa a quattro con Calabria e Rodriguez laterali, Musacchio e Romagnoli al centro. In regia ecco Biglia, affiancato da Borini e Calhanoglu. Poi Suso dietro alle due punte che saranno Castillejo e Piatek. 

Milan (4-3-1-2) Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Borini, Biglia, Calhanoglu; Suso; Castillejo, Piatek

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche