Probabili formazioni Serie A della 2^ giornata: ultime news dai campi

Serie A

Tutte le ultime notizie sulle probabili formazioni direttamente dagli inviati di Sky Sport. Lungo stop per Pavoletti, nel Cagliari pronto Cerri. Gasperini ritrova Ilicic. Conte non cambia quelli che hanno battuto il Lecce. Samp senza Gabbiadini

CAGLIARI-INTER LIVE

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY

È la tempesta prima della quiete. Dopo questa giornata, la Serie A riposerà per un weekend ma le partite in programma questo fine settimana sono da circoletto rosso. Come sempre, i big match portano con sé dubbi e ballottaggi, sia calcistici che fantacalcistici. Ulteriore difficoltà? Il Gran Ballo della seconda giornata è iniziato con Bologna-Spal e quindi per i fantallenatori che devono consegnare la formazione entro l’inizio della prima gara in programma, non sarà stato facile scegliere. In soccorso però arrivano le notizie dai campi d’allenamento. Grazie al prezioso e puntale lavoro degli inviati di Sky Sport, le ultime sulle probabili formazioni saranno costantemente e tempestivamente aggiornate. Vediamo quindi come si stanno preparando le 20 squadre di A.

Atalanta-Torino, ore 20:45

Atalanta, Castagne unico assente

Tempo di abbondanza per mister Gasperini che là davanti deve scegliere bene. Ilicic torna a disposizione, Muriel si candida per una maglia da titolare. Gomez pare inamovibile e Zapata è…Zapata. Cosa fare quindi? Nonostante i due gol a Ferrara, è Muriel il principale indiziato per un posto in panchina a fianco del mister. In difesa va verso una nuova panchina Skrtel con Toloi che invece sembrerebbe pronto per tornare dal primo minuto.

Atalanta (3-4-1-2) probabile formazione: Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata.

Torino, Berenguer titolare. Zaza è indisponibile

Reduce dall’eliminazione in Europa League, il Torino si rituffa nel campionato. La società è sempre alle prese con il caso Nkoulou che, salvo sorprese, non farà parte della spedizione. In difesa ci sarà ancora Bonifazi. Ansaldi è out a causa di una lesione al bicipite femorale e, come nel ritorno di Coppa, a sinistra ci sarà Ola Aina. Davanti chance dall’inizio per Berenguer con Zaza che non sarà della partita

Torino (3-5-2) probabile formazione: Sirigu; Izzo, Djidji, Bonifazi; De Silvestri, Lukic, Baselli, Rincon, Ola Aina; Berenguer, Belotti.

Cagliari-Inter, ore 20:45

Cagliari, lungo stop per Pavoletti. Pronto Cerri, c'è Olsen

La certezza in casa Cagliari è l'assenza di Leonardo Pavoletti. Il problema al ginocchio accusato contro il Brescia è più grave del previsto e lo terrà fuori dai giochi per qualche mese. Per prenderne il posto, il favorito è Cerri. Maran sceglie la difesa a 3 con Pisacane, Ceppitelli e Klavan. A centrocampo rientra Rog, out per squalifica alla prima giornata. Olsen subito titolare in porta

Cagliari (3-5-2) probabile formazione: Olsen; Pisacane, Ceppitelli, Klavan; Nandez, Rog, Nainggolan, Ionita, Pellegrini; Castro; Joao Pedro, Cerri. All. Maran

Inter, de Vrij non è partito con la squadra

Antonio Conte potrebbe non cambiare l’assetto della sua Inter. A Cagliari ci sarà un ulteriore test per verificare le reali ambizioni di questa Inter. Sanchez è appena arrivato e al momento non andrà ad intaccare l’XI visto contro il Lecce. Ranocchia è pronto per la seconda gara da titolare di fila, anche perché de Vrij è indisponibile, così come Biraghi che è ancora indietro nella condizione. A centrocampo invece Barella (grande ex insieme a Nainggolan) vorrebbe scendere in campo dall’inizio ma il ballottaggio con Vecino vede ancora quest’ultimo in vantaggio.

Inter (3-5-2) probabile formazione: Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro, Lukaku.

Genoa-Fiorentina, ore 20:45

Genoa, rientrano in due

In infermeria ci sono sempre Cassata, Saponara e Sturaro ma almeno Andreazzoli potrà disporre di Pajac e Agudelo che hanno scontato il turno di squalifica. L’ex allenatore dell’Empoli però non pare orientato a cambiare l’XI titolare visto contro la Roma. Radovanovic e Lerager quindi vanno verso la conferma mentre in avanti sarà difficile smuovere il duo Pinamonti-Kouamé.

Genoa (3-5-2) probabile formazione: Radu; Romero, Zapata, Criscito; Ghiglione, Lerager, Schöne, Radovanovic, Barreca; Pinamonti, Kouamé.

Fiorentina, c’è Dalbert. Ribery dalla panchina

Montella lancia subito l’ultimo arrivato in casa Viola. Terzic scivola in panca mentre Dalbert si prende la corsia di sinistra del 4-3-3 della Fiorentina. Ancora panchina invece per Ribery. In attacco ci saranno Chiesa e Sottil. Al centro del tridente però non è così scontata la presenza di Boateng. L’ex Barcellona resta in pole ma Vlahovic potrebbe scalzarlo ed essere nuovamente inserito nell’XI di partenza.

Fiorentina (4-3-3) probabile formazione: Dragowski, Lirola, Milenkovic, Pezzella, Dalbert, Castrovilli, Badelj, Pulgar; Chiesa, Boateng, Sottil.

Lecce-Verona, ore 20:45

Lecce, Mancosu non ancora al 100%

Diego Farias sperava di iniziare in un altro modo la stagione. Il suo ingresso in campo a Milano gli ha fatto saltare la prima in casa del Lecce causa rosso rimediato a San Siro a poca distanza dal cambio che lo ha visto protagonista. Ecco quindi confermato il tandem La Mantia-Lapadula. Alle loro spalle ci sarà con tutta probabilità Falco dato che Mancosu è ancora a mezzo servizio. In mediana ballottaggio Shakhov-Majer.

Lecce (4-3-1-2) probabile formazione: Gabriel; Benzar, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis, Shakhov; Falco; La Mantia, Lapadula.

Verona, Bocchetti per Dawidowicz. Ambrabat da subito

Il trio Zaccagni-Verre-Tutino va verso la conferma. Contro il Lecce saranno loro a dover cercare di far male alla squadra di Liverani. Dietro mancherà lo squalificato Dawidowicz ma Bocchetti è pronto al rientro da titolare. In mediana chiavi affidate ancora a Veloso ma attenzione alla novità Ambrabat: è lui il favorito per un posto nel centrocampo a 4 con Henderson che scivolrebbe quindi in panchina.

Verona (3-4-2-1) probabile formazione: Silvestri; Rrhamani, Kumbulla, Bocchetti; Faraoni, Veloso, Amrabat, Lazovic; Verre, Zaccagni; Tutino.

Sassuolo-Sampdoria, ore 20:45

Sassuolo, riecco Berardi

Scontato il turno di squalifica rimediato alla fine della scorsa stagione, Domenico Berardi è pronto per la sua prima gara del nuovo anno calcistico. Davanti il tridente di De Zerbi sarà completato da Caputo e Boga mentre in mediana Magnanelli potrebbe soffiare il posto a Pedro Obiang. In difesa Rogerio ha accusato un fastidio al ginocchio. Pronto Peluso.

Sassuolo (4-3-3) probabile formazione: Consigli; Toljan, Marlon, Ferrari, Peluso; Traoré, Magnanelli, Bourabia; Berardi, Caputo, Boga.

Sampdoria, Gabbiadini KO. Gioca Ramirez

Eusebio Di Francesco pareva orientato alla conferma dell'XI visto contro la Lazio. In settimana però l'ex allenatore della Roma ha dovuto fare i conti con i problemi muscolari di Gabbiadini e Murillo. Il primo non giocherà (dentro Ramirez), il secondo spera di poter stringere i denti. In mediana Ekdal e Vieira giocheranno di nuovo insieme. Linetty non gioca titolare. Spazio a Jankto nella formazione di partenza. Ancora indisponibile Maroni.

Sampdoria (4-3-3) probabile formazione: Audero; Bereszynski, Murillo, Colley, Murru; Ekdal, Vieira, Jankto; Ramirez, Quagliarella, Caprari.

Udinese-Parma, ore 20:45

Udinese, a sinistra si candidano in tre

Dopo la vittoria all’esordio, Tudor vuole replicare ma ha sempre il ‘solito’ problema. Chi gioca a sinistra? Contro il Milan era toccato a Pezzella (che però è finito proprio a Parma), poi entrò Sema; c’è però sempre il buon Pussetto che può fare quel ruolo e non dimentichiamoci dell’opzione Inglesson. Quest’ultimo però è oggetto di trattative (potrebbe partire) e quindi pare che il favorito sia Sema con De Paul e Lasagna di punta. Per il resto, vedremo gli stessi che hanno battuto il Milan.

Udinese (3-5-2) probabile formazione: Musso, Becao, Troost-Ekong, Samir, Larsen, Fofana, Jajalo, Mandragora, Sema, De Paul, Lasagna.

Parma, Pezzella subito contro i suoi ex compagni?

D’Aversa ha l’infermeria vuota. Ciò significa sia abbondanza che dubbi. In difesa il tecnico gialloblù potrebbe lanciare già da subito Pezzella, apparso tra i migliori in campo nella sfida contro il Milan. Per l’esterno sarebbe davvero strano affrontare la squadra nella quale aveva giocato titolare la settimana prima. Galgliolo però resta ancora leggermente favorito. Kukca invece punta a scalzare Barillà e a riprendere posto nell’XI titolare. Davanti infine potrebbe toccare a Karamoh.

Parma (4-3-3) probabile formazione: Sepe; Laurini, Bruno Alves, Iacoponi, Gagliolo; Hernani, Kucka, Grassi; Karamoh, Inglese, Gervinho.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche