Juventus, perché Cristiano Ronaldo non ha la patch di MVP della Serie A sulla maglia?

Serie A

Nelle prime due giornate di campionato, Ronaldo non ha indossato il logo destinato ai migliori giocatori della scorsa stagione. Una precisa scelta del club e non del portoghese

FIORENTINA-JUVE LIVE

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY

Tutti l'hanno indossata. Da Handanovic, miglior portiere, a Quagliarella, miglior attaccante della passata stagione. Passando per Koulibaly, Milinkovic-Savic, gli altri due MVP per reparto, e Zaniolo, eletto miglior giovane della scorsa Serie A. Una patch, o toppa se preferite, al centro della maglietta e che richiama il nuovo logo della Serie A, un diamante dorato su sfondo blu: il distintivo dei giocatori eletti come i migliori della stagione 2018-19. Un simbolo, esattamente come lo scudetto o il logo di vincitori della Coppa Italia, nato per premiare anche le individualità e introdotto dalla Lega. Ma in queste prime giornate solo un giocatore non l'ha indossato, Cristiano Ronaldo, il migliore in assoluto dello scorso anno.

Il vero motivo

Tante le varie voci circolate sul web in queste prime due giornate di Serie A sulla ragione dell'assenza della patch, soprattutto una, legata al rifiuto da parte dello stesso Ronaldo di indossare quel logo come forma di rispetto verso i compagni. In realtà, il motivo è legato a una precisa scelta del club, non certo una forma di protesta, ma una decisione già comunicata anche prima delle premiazioni dei migliori giocatori dell'anno. Il club bianconero ha infatti preferito non differenziare alcun calciatore, lasciando che tutti abbiano la stessa maglia, identica. Ecco il motivo per cui di patch, sulla maglia di Ronaldo, c'è solo quella tricolore dello scudetto. Esattamente come sulle magliette dei suoi compagni.

Sopra le foto dei migliori dello scorso anno (tra cui anche Handanovic) con relativa patch (ma non Ronaldo). Sotto un dettaglio del simbolo scelto dalla Lega Serie A

I più letti