Napoli, Fernando Llorente in conferenza: "Scudetto? La pressione è tutta sulla Juve"

Serie A

Presentazione ufficiale per lo spagnolo a Napoli, che ha scelto la maglia numero 9: "Bisogna credere nello scudetto: non sarà facile perché la Juve è abituata a vincere, ma dobbiamo essere forti nella testa e non mollare. Darò il cuore per questa maglia"

DE LAURENTIIS: "CHI NON E' IN FORMA, NON DEVE GIOCARE"

DAL 20 SETTEMBRE DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY

"Lo scudetto? Dobbiamo crederci ma senza pressione, la pressione è tutta sulla Juventus. Noi dobbiamo stare lì e alla fine possiamo vincerlo". Lo ha detto Fernando Llorente nel corso della sua presentazione ufficiale a Napoli. "Guardando il Napoli da fuori - ha spiegato l'attaccante spagnolo, che ha scelto la maglia numero 9 - pensavo che fosse una squadra incredibile, di altissima qualità. Bisogna solo crederci, la Juve è abituata a vincere, il Napoli no, invece serve fiducia. Non sarà facile, oltre alla Juve ci sono tante squadre forti in Italia, sarà dura, dobbiamo essere forti nella testa e non mollare".

"Volevo lavorare con Ancelotti"

"Ho aspettato tre mesi il Napoli perché è una grandissima squadra, la seconda in Italia in questi ultimi anni, avevo tanta voglia di tornare in Serie A e giocare la Champions League", prosegue Llorente. "Ho avuto tante opzioni, ma volevo rimanere in un campionato importante come quello italiano e non vedo l'ora di giocare. Quando ti chiama Ancelotti, ti convince subito. Il mister è un grandissimo, ha allenato le migliori squadre e volevo lavorare per lui. Il mister farà le scelte per il bene della squadra, io cercherò di farmi trovare sempre pronto. C’è ancora tanto da lavorare, ma sono a completa disposizione del mister. Con la città di Napoli e con la gente è stato amore a prima vista, Ho ricevuto un'accoglienza bellissima. Ci sono diversi giocatori spagnoli di grande esperienza. Mi stanno aiutando molto nell’ambientarmi a Napoli. Spero di fare tanti gol per regalare delle gioie ai nostri tifosi. Sono già innamorato di Napoli. Darò il cuore per questa maglia".

I più letti