Inter, Skriniar: "Conte ci ha cambiato mentalità, il ko contro la Juve ci farà bene"

Serie A

ll difensore slovacco rilancia le ambizioni dell'Inter e si mette alle spalle il ko contro la Juve: "Abbiamo perso la prima partita del campionato, ma abbiamo giocato bene. Dal primo giorno di ritiro lavoriamo solo per vincere". E tra Messi e Cristiano Ronaldo, affrontati in nerazzurro, spiega: "Mi ha impressionato di più Messi"

INTER-JUVE, RECORD D'ASCOLTI SU SKY

LAUTARO: "CONTE MOLTO ESIGENTE, HA MIGLIORATO TUTTI"

NERAZZURRI A SEGNO IN NAZIONALE: LAZARO GOL CON L'AUSTRIA

DAZN1 SUL CANALE 209 DI SKY: LA GUIDA

"Abbiamo perso la prima partita del campionato, ma abbiamo giocato bene. Loro hanno segnato, noi no. Dobbiamo ancora lavorare". Milan Skriniar ha le idee chiare per dimenticare la sconfitta contro la Juventus, arrivata a quattro giorni di distanza dal ko di Champions League contro il Barcellona, e rilanciare le ambizioni dell'Inter. "Noi dal primo giorno di ritiro lavoriamo per vincere – spiega il difensore slovacco ai microfoni di Sportmediaset - vogliamo vincere. Dobbiamo continuare così".

"Messi mi ha impressionato più di CR7"

La sconfitta ko di San Siro contro la Juventus, la prima in campionato dopo sei vittorie su altrettanti impegni, è vista come uno stimolo a fare ancora meglio. "Conte ci ha cambiato la mentalità – ammette Skriniar - perché ha quella vincente. Non si deve mollare mai. E provarci sino alla fine". Per vincere, un traguardo che il 24enne slovacco vuole raggiungere il prima possibile. Con la squadra e a livello personale: "Io che alzo un trofeo da capitano? Mi piacerebbe, ma ora lavoro per fare bene per la mia squadra. Diventare il più forte difensore al mondo? Non è un'idea oggi nella mia testa. Devo crescere, sono felice se gli altri pensano sia possibile. Ma penso al bene della mia squadra". Nelle considerazioni di Skriniar, c'è spazio anche per stilare una classifica tra Messi, Cristiano Ronaldo e Bale, avversari sfidati in tempi recenti con le maglie dell'Inter e della nazionale slovacca: "Ho avuto la fortuna di affrontarli tutti e tre in pochi giorni. Mi ha impressionato di più Messi. Ho avuto la fortuna di affrontarli tutti e tre in pochi giorni, ed è bello, è per questo che si gioca a calcio. Con Messi si capisce subito che lui veda tutto il gioco e gli spazi. Poi - sottolinea - anche gli altri due sono grandissimi giocatori".

I più letti