Fiorentina-Lazio, Montella: "Perché l'arbitro non è andato a vedere il Var?"

Serie A
©LaPress

Le parole dell'allenatore della Fiorentina al termine del ko contro la Lazio. "Contatto Lukaku-Sottil da rivedere: se ho ragione io, ho detto a Guida che mi deve un caffè. La sostituzione di Ribery? Mi sembrava stanco. Ma queste reazioni composte mi piacciono"

La Fiorentina in partita fino al 90', poi il gol di Immobile gela il Franchi e surriscalda Vincenzo Montella al termine del match: "Io non capisco: un episodio decisivo a cinque minuti dalla fine, perché non andarlo a vedere in tv?". Il riferimento è al presunto fallo di Lukaku su Sottil, da cui inizia l'azione che porta al definitivo 1-2 della Lazio. "Dalla tv il fallo sembrava netto", commenta l'allenatore viola ai microfoni di Sky Sport, "l'arbitro però ha detto che per lui non lo era e il Var non l'ha chiamato". Da qui, qualche parolina tra i due al fischio finale: "Siccome siamo delle stesse parti (Montella di Pomigliano d'Arco, Guida di Pompei, ndr), gli ho detto che se le immagini mi daranno ragione lo andrò a trovare a casa e mi farò pagare un caffè. Altrimenti lo pago io a lui. Trefoloni per una situazione analoga mi deve ancora una cena...". Montella non perde l'ironia, ma l'amarezza per un risultato sfumato così è tanta: "Non è la prima volta che ci succede", sottolinea l'allenatore. "Dà fastidio: la cosa grave è non andarlo a vedere, nel momento in cui il Var offre questa possibilità. Poi sull'errore di valutazione non discuto. Ma io alleno da 7-8 anni e non ho mai parlato degli arbitri così tanto come nell'ultimo periodo da quando c'è il Var".

"Ribery? Ci sta l'adrenalina del campione"

Montella comunque promuove la prestazione della sua Fiorentina: "La Lazio è una squadra difficile da affrontare, una realtà del nostro calcio da tanti anni. Sono veramente orgoglioso di questi ragazzi: penso che sia la prima partita del nuovo ciclo in cui l'avversario sul piano del gioco ci è stato superiore", ammette l'alleantore, "ma abbiamo avuto comunque le nostre occasioni". Poi, sulla reazione rabbiosa di Ribery al momento della sostituzione con Boateng: "Non ho visto cosa sia successo, me l'hanno detto dopo. Per me era stanco già da un po' e quindi gli ho fatto tirare il fiato. Ma a me piacciono queste reazioni composte, da parte di campioni che mostrano l'adrenalina di voler incidere ancora".

 

I più letti