Atalanta-Cagliari 0-2: highlights e gol della partita. I sardi agganciano Gasp al 4° posto

Serie A

Continua il momento d’oro dei rossoblù che, nel lunch match dell’11^ giornata, ottengono i tre punti e agganciano al quarto posto proprio i bergamaschi. Dopo la mezz'ora una doppia deviazione, l'ultima di Pasalic, sul tiro di Pisacane sblocca l'incontro. I padroni di casa reagiscono con la traversa di Gomez, ma restano in 10 per il rosso a Ilicic al 39': lo sloveno reagisce male a un contatto subito. Nella ripresa Oliva firma il raddoppio e chiude la sfida

ATALANTA-CAGLIARI 0-2 (guarda gli highlights)

32' aut. Pasalic, 58' Oliva


Il Cagliari non si ferma più. Gli uomini di Maran conquistano l’intera posta in palio nel lunch match dell’11^ giornata e salgono a 21 punti. 4° posto al pari merito dell’Atalanta, sconfitta 2-0 dopo una prova convincente e di grande carattere. Quando l’audacia c’è, la fortuna diventa un piacevole aiuto in più ed è così che i sardi concretizzano la rete del vantaggio al 32’: Pisacane lo propizia, Pasalic devia involontariamente verso la propria porta. I padroni di casa, meno brillanti rispetto alle ultime uscite, si complicano la vita da soli in chiusura di primo tempo, quando Ilicic si fa cacciare per una reazione scomposta e lascia i suoi in inferiorità numerica. Ai bergamaschi non manca la voglia di reagire, ma il raddoppio siglato da Oliva prima dell’ora di gioco è la sentenza definitiva del match che vale il secondo ko in campionato, due mesi dopo la prima e unica battuta d’arresto in A. Il Cagliari, invece, mette in fila il nono risultato utile e registra la miglior partenza, da 50 anni a questa parte, dopo 11 giornate.

Cagliari da battaglia a Bergamo, prima gioia in A per Oliva

Gasperini ripropone Muriel in avanti, con Ilicic al suo fianco e Gomez alle spalle. A centrocampo Freuler prende il posto di De Roon, con Castagne e Gosens sui lati. Maran, invece, sceglie Oliva sulla linea mediana e conferma la coppia d’attacco Joao Pedro-Simeone. Proprio il Cholito costruisce la prima occasione del match, scappando via a Palomino in velocità e concludendo sul primo palo, dove trova un attento Gollini a sbarrargli la strada. Il Cagliari continua a farsi preferire rispetto agli avversari e, dopo venti minuti di gioco, va a un passo dal vantaggio: azione strepitosa avviata e conclusa da Rog, con l’inserimento a centro area e il tiro a botta sicura, respinto miracolosamente dall’intervento di Djimsiti. L’Atalanta è più incisiva sui calci da fermo e si rende minacciosa con Castagne, il cui diagonale non trova di poco la porta. I sardi, però, ogni volta che attaccano fanno male e si rendono ancora pericolosi con Joao Pedro, murato sul tiro nell’area di rigore. Passata la mezz’ora, la squadra di Maran trova il meritato vantaggio. Calcio di punizione dalla destra, tocco verso la porta di Pisacane e doppia deviazione – l’ultima di Pasalic – che beffa Gollini. La formazione di casa reagisce subito con il destro dalla distanza di Gomez che si stampa sulla traversa, ma resta poi in 10 per l’espulsione di Ilicic. Lo sloveno si strattona con Lygogiannis e reagisce con un calcetto, quanto basta per convincere l’arbitro Abisso a estrarre il rosso diretto.
 

In avvio di ripresa Gasperini si gioca subito le carte Malinovskyi e Hateboer al posto rispettivamente di Gomez e Gosens. Entrambi partono bene, ma è ancora il Cagliari a colpire. Oliva innesca la ripartenza e serve in profondità Simeone che, con la coda dell’occhio, gli restituisce il pallone per il destro vincente dell’uruguaiano alle spalle del portiere. Primo centro in A per lui. Il secondo gol è una mazzata per l’Atalanta che, tuttavia, spinta dal pubblico non molla e prova a riportarsi in partita. Malinovskyi è ispirato e tenta più volte di trovare la via del gol, ma Olsen glielo nega. Dall’altra parte è il neo-entrato Nandez, dopo aver scambiato con Joao Pedro, ad andare vicino al tris nel finale. I tre di recuperano chiudono la sfida e consegnano un’altra forte pretendente all’Europa: il Cagliari, mai così in alto negli ultimi 50 anni.  

TABELLINO

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti, Palomino; Castagne, Pasalic, Freuler, Gosens (46' Hateboer); Gomez (46' Malinovskyi); Ilicic, Muriel (78' Barrow). All. Gasperini

CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Klavan, Lykogiannis; Castro (88' Ionita), Oliva, Rog (71' Nandez); Nainggolan; Simeone (84' Cerri), Joao Pedro. All. Maran


Ammoniti: Rog (C), Lykogiannis (C), Oliva (C), Malinovskyi (A), Toloi (A)

Espulsi: Ilicic al 39' per rosso diretto
 

STATISTICHE E CURIOSITA'

Prima di questa stagione, l'ultima volta in cui il Cagliari aveva ottenuto almeno 21 punti nelle prime 11 gare stagionali in Serie A è stata nel 1969/70.
 

Il Cagliari è imbattuto da nove turni di Serie A (6V, 3N); è la serie migliore degli isolani da novembre 2006, quando furono 10 le gare consecutive senza sconfitta nel massimo campionato (2V, 8N), sotto la guida di Marco Giampaolo.


È il terzo successo consecutivo del Cagliari, in Serie A, sul campo dell'Atalanta.
 

L’Atalanta interrompe una serie di 16 incontri in cui aveva trovato sempre la via del gol; l’ultima volta in cui i bergamaschi erano rimasti a secco di reti era stata lo scorso aprile (v Empoli).

 

Tre vittorie e due pareggi per il Cagliari in trasferta in questa Serie A: solo una volta nella loro storia i rossoblù erano rimasti imbattuti in tutte le prime cinque gare esterne stagionali nel massimo campionato, nel 1969/70.
 

Giovanni Simeone non prendeva parte attiva ad un gol in tre match di Serie A di fila da aprile 2018.


Christian Oliva è il secondo giocatore uruguaiano a segnare in questa Serie A con il Cagliari, insieme a Nahitan Nández. 


Il Cagliari è andato in gol in tutte le ultime sette trasferte di Serie A, dopo che nelle precedenti otto aveva trovato la rete in due sole occasioni.


Per la prima volta in questa Serie A, l'Atalanta ha chiuso la prima frazione di gioco senza tiri nello specchio. Non accadeva ai bergamaschi nella competizione dallo scorso maggio, contro il Genoa.
 

Quella di Ilicic è la prima espulsione per l'Atalanta in questa Serie A.


Ilicic ha ricevuto il suo terzo cartellino rosso in carriera in Serie A, il primo nel dicembre 2011 (con il Palermo vs Novara), il secondo nel novembre 2018 (con l'Atalanta vs Empoli).
 

Secondo autogol di cui ha beneficiato il Cagliari in questa Serie A, nessuna squadra ne conta di più (due anche per Juventus e Bologna).


Il Cagliari ha trovato il gol in tutte le ultime dieci gare di Serie A: non ci riusciva dal febbraio 2013.


L’Atalanta è la squadra che ha la striscia aperta più lunga con almeno un gol all’attivo in campionato (16 gare), e il Cagliari in questa graduatoria (dieci) è terzo dietro all’Inter (13).
 

Per la prima volta in questo campionato, l'Atalanta non ha tentato neanche una conclusione nel corso dei primi 20 minuti di un singolo match.


Dei 22 giocatori in campo dall'inizio in questo incontro, João Pedro è l'unico ad essere sceso in campo da titolare in tutte le prime 11 giornate di questo campionato.

Giovanni Simeone è l'unico giocatore nato dopo l'1//1/95 ad aver segnato almeno 35 gol in Serie A.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche