Juventus, Cristiano Ronaldo rientrato a Torino: lavoro di scarico per il portoghese

Serie A

Dopo la qualificazione a Euro 2020 con il Portogallo l’attaccante è rientrato al centro sportivo bianconero, dove ha svolto un lavoro di scarico a parte. CR7 ha rivisto Sarri dopo la sostituzione in Juve-Milan

JUVE, IL RINNOVO DI BONUCCI

Cristiano Ronaldo è pronto a riprendersi la Juventus. L’attaccante portoghese, reduce dalla qualificazione a Euro 2020 con la sua Nazionale, è rientrato al J Training per ricominciare a lavorare agli ordini di Maurizio Sarri dopo le polemiche arrivate in seguito alla sostituzione al 55’ di Juve-Milan, ultimo match di campionato prima della sosta. CR7, che nelle ultime due gare del Portogallo contro Lituania e Lussemburgo ha segnato quattro gol, è arrivato al centro sportivo bianconero intorno alle 13:30 e ha rivisto il suo allenatore e alcuni compagni di squadra, prima di svolgere una seduta di scarico a parte. Dalla giornata di mercoledì 20 novembre l’attaccante riprenderà il lavoro per il prossimo obiettivo, essere pronto in vista della prossima partita di campionato contro l’Atalanta, in programma a Bergamo sabato 23 novembre alle ore 15. Non vi sono certezze, ma c'è l'ipotesi di un incontro con la squadra o una possibile cena prossimamente.

Le ultime settimane: le polemiche, i gol e le parole distensive

Le ultime settimane sono state piuttosto movimentate per Cristiano Ronaldo. Con la Juventus il campione portoghese è stato sostituito due volte consecutive, prima nel finale della gara contro la Lokomotiv Mosca in Champions League con il risultato ancora in pareggio (2-1 per i bianconeri il finale), poi nel match contro il Milan in Serie A sullo 0-0. Proprio quest’ultimo cambio con Dybala – match winner nell’occasione – non è stato preso bene da CR7, che ha lasciato il campo senza passare dalla panchina e aveva abbandonato lo stadio senza attendere la fine della partita, dando il via ad una serie di polemiche. Con il Portogallo è arrivata la risposta sul campo: nelle due partite vinte contro Lituania e Lussemburgo Ronaldo ha segnato 4 gol, trascinando la sua Nazionale agli Europei. A quel punto sono arrivate le parole distensive sul cambio in Juve-Milan: "Tutti hanno parlato delle mie condizioni fisiche - ha dichiarato dopo la vittoria in Lussemburgo - e a me non piace fare polemica. Ovviamente non mi piace essere sostituito, ma nelle ultime tre settimane sono stato limitato fisicamente. Sono nate delle polemiche, ma non sono stato io a farle. Capisco la sostituzione contro il Milan perché non stavo beneHo cercato di aiutare la Juve giocando anche infortunato. E tuttora continuo a non essere in ottime condizioni. Ma se mi devo sacrificare per il mio club e per la mia Nazionale lo faccio con grande orgoglio. Non c’è nessuna polemica. Sapevo di non essere in ottime condizioni, lo sapeva anche il club”.

Gli altri: differenziato per Pjanic

Oltre a Cristiano Ronaldo anche altri giocatori reduci dagli impegni con le Nazionali sono rientrati al centro sportivo. Su tutti Miralem Pjanic, che nell’ultimo match della Bosnia contro l’Italia ha riportato un fastidio muscolare all’adduttore della coscia destra. Nulla di grave per il centrocampista, che ha svolto una seduta differenziata ma che potrebbe essere a disposizione per il match contro l’Atalanta: c’è ottimismo. Si sono visti al centro sportivo anche Dybala e Bentancur, mentre l’ultimo a rientrare – probabilmente tra giovedì e venerdì - sarà Cuadrado.

I più letti