Inter, Lukaku supera Ronaldo: 10 gol nelle prime 13 partite

Serie A
©Getty

Non si ferma più il centravanti belga, un fattore per Antonio Conte: già raggiunta la doppia cifra in 13 gare di campionato, meglio del fenomenale Ronaldo ma anche di altri bomber nerazzurri come Vieri e Milito oltre ad Eto'o e Icardi. Solo Stefano Nyers, debuttante nella stagione 1948/49, segnò con la stessa frequenza di Lukaku

Da otto anni va in doppia cifra nei campionati disputati, ma a fare notizia è il traguardo raggiunto a tempo di record. Vietato fermarsi per Romelu Lukaku, un fattore per Antonio Conte che non può davvero fare a meno del suo gigante. Che coppia con Lautaro Martinez, gemelli del gol entrambi a segno a Torino: il loro saldo in campionato recita 16 reti ovvero il 55% del bilancio complessivo dell’Inter, 29 centri (meno solo dell’Atalanta) e 34 punti a -1 dalla Juve capolista. Numeri che esaltano i nerazzurri e che confermano le qualità del colpo estivo di mercato, 65 milioni di euro (bonus esclusi) al Manchester United per un centravanti di livello assoluto. Il 26enne belga ha segnato in 8 delle prime 13 partite disputate in Serie A, intervallo che iscrive Lukaku tra i bomber della storia interista.

Si salvi chi può: Lukaku meglio di Ronaldo

Sono 10 i gol realizzati in 13 giornate, debuttante scatenato a confronto con i migliori attaccanti del passato nerazzurro. Prendete Mauro Icardi rinato al PSG, eppure il giovanissimo argentino si fermò a 9 reti nel primo campionato all’Inter (stagione 2013/14). Chi invece raggiunse la doppia cifra da esordiente fu Christian Vieri nel 2000, tuttavia Bobo vi riuscì a febbraio complice qualche infortunio di troppo. Il tandem con Lautaro suggerisce qualche parallelo con Eto’o e Milito, coppia memorabile nel Triplete nerazzurro che non viaggia agli stessi ritmi di Lukaku in Serie A: El Principe arrivò a quota 10 a metà dicembre ma segnò 22 volte nel campionato 2009/10, torneo nel quale Samuel tagliò il traguardo della doppia cifra solo a marzo. E prima di loro Ronaldo il Fenomeno, Pallone d’Oro nel 1997 quando arrivò all’Inter, segnò il suo 10° gol in campionato alla 18^ giornata. Insomma, Romelu supera a novembre i mostri sacri nell’ultimo ventennio del club ma ammette un predecessore: parliamo di Stefano Nyers, attaccante francese naturalizzato ungherese, che nella Serie A 1948/49 realizzò la sua rete numero 10 alla 13^ partita. Proprio come Lukaku, pronto a sbloccarsi in Champions ma dall’impatto devastante in nerazzurro.

SERIE A: SCELTI PER TE