Inzaghi dopo Cagliari-Lazio: “Guardiamo in alto, ma il nostro Scudetto è il quarto posto”

Serie A

L'allenatore biancoceleste esalta il carattere dei suoi giocatori in grado di ribaltare la partita nel recupero, grazie a un gol di Caicedo al 97': "I cambi sono stati fondamentali. Otto vittorie consecutive non sono un caso, ma il nostro obiettivo rimane la Champions"

La Lazio vince l'ottava partita consecutiva e sale a meno tre punti dalla vetta del campionato. La squadra di Inzaghi ribalta la partita nel recupero segnando la rete della vittoria con Caicedo al 98': "Abbiamo fatto una partita importante, non era semplice rimontare dopo essere andati sotto. I giocatori che sono entrati dalla panchina nella ripresa hanno fatto la differenza. Per quanto riguarda il recupero, parla il regolamento: sono stati fatti 5 cambi, abbiamo segnato e quindi il regolamento è stato applicato. Onore al Cagliari che ha fatto una buona partita" ha detto l'allenatore biancoceleste a Sky Sport.

"Otto vittorie consecutive non sono un caso"

Poi sulle possibilità di Scudetto della Lazio: "Bisogna avere lucidità e ho la fortuna di avere dei ragazzi che si allenano al massimo. Il nostro Scudetto è arrivare nelle prime quattro. È giusto guardare verso l'alto, perché 8 vittorie non sono un caso. A volte meritavamo di più, come ad esempio contro la Spal e nella doppia partita contro il Celtic. Non è facile giocare una volta ogni tre giorni e mezzo. Giovedì avevamo giocato col Rennes. La partita si è messe in salita perché abbiamo preso subito gol, siamo però stati bravi a riprenderla. Avevo dei giocatori diffidati, non ci dimentichiamo che dobbiamo giocare una Supercoppa. Il compito di Leiva, Lulic e Acerbi non era semplice: forse alcuni giocatori hanno giocato con questo pensiero". Infine Inzaghi è intervenuto sui possibili rinforzi che potrebbero arrivare a gennaio: "Con la società c'è un continuo confronto. Ci eravamo promessi di parlarne dopo la Supercoppa. Però la partita di oggi ha dato delle risposte importanti. Jony, Cataldi e Caicedo sono entrati dalla panchina e hanno cambiato la partita. Ho la fortuna di avere una società che in questi anni non mi ha mai messo in discussione, sanno come lavoriamo e mi hanno sempre dato la forza".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche