Juventus, Paratici: "Buffon è storia del calcio italiano. Tridente? Conta la mentalità"

Serie A

Il dirigente bianconero fa i complimenti al portiere per il record di presenze in Serie A: "Per la carriera da dirigente è ancora presto". Sul tridente Ronaldo-Dybala-Higuain invece: "Quello che conta è la mentalità"

La Juventus anticipa la partita di campionato contro la Sampdoria, per prepararsi alla Supercoppa contro la Lazio in programma domenica prossima. Una gara importante per il campionato, ma soprattutto per Buffon che contro i blucerchiati raggiungerà un traguardo importante, quello delle 647 partite in Serie A eguagliando il record Paolo Maldini. A fargli i complimenti prima della partita di Marassi è lo stesso Paratici: "Siamo felici per Buffon, è un pezzo di storia del calcio italiano, non solo della Juventus. Ora deve pensare a fare il calciatore, per la carriera da dirigente si vedrà" ha detto il dirigente bianconero a Sky Sport.

"I giocatori che schieriamo sono sempre di alto livello"

Poi Paratici ha commentato la scelta di Sarri di schierare per la seconda partita consecutiva il tridente formato da Ronaldo, Dybala e Higuain: "Siamo concentrati sulla gara di oggi, giochiamo una partita alla volta come abbiamo sempre fatto, poi si penserà a quella di domenica. I giocatori che schieriamo sono sempre di alto livello. Io mi diverto non solo a vedere loro ma anche con Douglas Costa, Bernardeschi e gli altri. Mi diverto quando la squadra gioca con un certo spirito" ha concluso il dirigente della Juventus.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche