Inzaghi dopo Lazio-Napoli: "Manca poco per essere da Scudetto"

Serie A
©Getty

L'allenatore biancoceleste entra nella storia raggiungendo la decima vittoria consecutiva, record nella storia della Lazio: "La squadra ci crede sempre e sa che ha le qualità per decidere la gara in ogni momento. Mercato? La società è vigile, se ci fosse qualche opportunità potremmo fare qualcosa". Il match-winner Immobile: "Gol mio o autogol di Di Lorenzo? Non facciamo arrabbiare i fantaallenatori"

Dieci vittorie consecutive, la Lazio di Simone Inzaghi entra nella storia: mai nessuno in 120 anni del club biancoceleste era riuscito in un'impresa simile. La Lazio batte il Napoli 1-0 grazie alla rete nel finale di Ciro Immobile e si porta a quota 42 punti, in attesa del recupero del 5 febbraio contro il Verona all'Olimpico con il quale concluderà ufficialmente il proprio girone d'andata. Con una partita in meno, i biancocelesti si presentano comunque al giro di boa in piena lotta Scudetto (-3 da Inter e Juventus), come ha raccontato anche Inzaghi nel post partita ai microfoni di Sky Sport: "In questo momento ci manca poco per essere da Scudetto, ci vuole quel pizzico di fortuna che è mancato nelle scorse stagioni. Dobbiamo essere fortunati con gli infortuni, in passato abbiamo perso la Champions per aver giocato le ultime senza Immobile e Luis Alberto".

 

Lazio che vince ancora nei minuti finali, in quella che è diventata ormai una piacevole abitudine per gli uomini di Inzaghi: "La squadra ci crede sempre, sa di essere formata da giocatori che possono risolvere la gara in qualsiasi momento. La cosa che mi sta piacendo di più è la lucidità e la consapevolezza dei ragazzi, anche in un big match come quello di stasera hanno sempre risposto colpo su colpo. Devo fargli i complimenti e poi penseremo alla prossima partita che sarà molto impegnativa".

 

Infine, l'allenatore biancoceleste si è soffermato sulle opportunità che potrebbe offrire il mercato, forse una necessità per rimanere in lotta per lo Scudetto fino alla fine: "La società è vigile e il confronto con Tare è quotidiano. Vedremo se ci sarà l'occasione per migliorarci e nel caso potremmo fare qualcosa, ma questi ragazzi hanno dato tanto e a gennaio non è mai semplice".

Immobile: "Gol o autogol? Non facciamo arrabbiare i fantallenatori"

Ancora una volta decisivo Ciro Immobile, autore del 20esimo gol in 18 partite e sempre più capocannoniere della Serie A. L'attaccante biancoceleste ha voluto dissipare tutti i dubbi sull'assegnazione del gol, appena terminata la gara ai microfoni di Sky Sport: "Il gol è mio, non c'è dubbio. Non facciamo arrabbiare tutti i miei fantallenatori". Anche la Lega Calcio ha dato ragione a Immobile, assegnandogli la rete e il +3 a tutti coloro i quali lo hanno scelto al Fantacalcio.

 

L'attaccante biancoceleste si è soffermato anche sull'ennesima vittoria nei minuti finali ottenuta dalla Lazio, frutto della determinazione e non della fortuna: "Faccio i complimenti al Napoli perchè il pareggio era giusto, ma se vinciamo sempre alla fine significa che non molliamo mai. Siamo migliorati tanto sotto questo aspetto, è scattato qualcosa nella nostra testa che non ci fa mollare". Infine, Immobile ha espresso la sua opinione sugli obiettivi che deve porsi la Lazio nel girone di ritorno: "Gli obiettivi sono sempre gli stessi di inizio anno, non montiamoci la testa. Abbiamo vinto due gare in cui non abbiamo giocato bene, ma in questo momento anche se non ci arriviamo con il gioco, ci arriviamo in altri modi. Questa vittoria rappresenta tanto".

I più letti