Serie A, 26^ giornata: presentazione, numeri, curiosità e statistiche

Serie A
©LaPresse

Precedenti, statistiche e curiosità: tutto quello che c'è da sapere sulla 26^ giornata di Serie A, che si concluderà con il posticipo di lunedì sera fra Sampdoria e Verona. Nel mezzo il big match dello Stadium fra Juventus e Inter

CAGLIARI-ROMA LIVE

Lazio-Bologna, sabato 29 febbraio ore 15 (Sky Sport Serie A)

Vuole continuare a credere nel sogno scudetto la Lazio, che cercherà di approfittare del big match fra Juve e Inter. La squadra di Inzaghi è imbattuta da 13 partite contro il Bologna in Serie A (6V, 7N): si tratta della serie aperta più lunga di match senza sconfitte per loro contro una singola avversaria attualmente nel massimo campionato. Dall'altra parte i rossoblù hanno espugnato soltanto una volta l’Olimpico nelle ultime 18 trasferte di Serie A (nel marzo 2012) contro la Lazio; tuttavia hanno strappato un pareggio in ciascuna delle ultime tre. Immobile e compagni inoltre sono rimasti imbattuti in tutte le 13 partite interne di questo campionato; l’ultima volta che i biancocelesti non sono stati sconfitti per più sfide casalinghe in un singolo torneo di Serie A risale a maggio 2000, quando con Sven-Göran Eriksson in panchina vinsero lo scudetto.

Udinese-Fiorentina, sabato 29 febbraio ore 18 (Sky Sport Serie A)

Vuole tornare alla vittoria l'Udinese, che dovrà vedersela con la Fiorentina. I bianconeri non strappano i tre punti in Serie A ai viola dall’aprile 2016; da allora, due pareggi e ben cinque sconfitte per i friulani, compresa quella di misura subita nel match d’andata. Diversa la musica in Friuli, dove la Fiorentina ha espugnato la Dacia Arena solo una volta nelle ultime nove trasferte (3N, 5P), nell’aprile 2018; quella fu anche l’unica sfida del parziale in cui i bianconeri non trovarono il gol. L’Udinese è reduce da tre pareggi in campionato; gli uomini di Luca Gotti non infilano quattro segni ‘X’ in Serie A dal novembre 2012, con Francesco Guidolin in panchina. Dall'altra parte la  Fiorentina si è aggiudicata l’ultima trasferta di Serie A sul campo della Sampdoria, ma non vince due gare esterne consecutive nel massimo torneo da aprile 2018 (tre in quell’occasione).

Napoli-Torino, sabato 29 febbraio ore 20:45 (DAZN1, canale 209 del telecomando Sky)

Dopo la grande notte europa con il Barcellona, il Napoli si rituffa sul campionato. Gli azzurri hanno perso solo una delle ultime 15 sfide di Serie A contro il Torino, nel marzo 2015 pareggiando, però, tre delle ultime quattro; più in generale, quella granata è proprio la squadra contro la quale i partenopei hanno chiuso in parità più match (54) nel massimo torneo. Gli ultimi due incroci tra Napoli e Torino sono terminati 0-0; le due squadre non hanno mai concluso in Serie A tre confronti consecutivi a reti inviolate. Gattuso ha perso quattro delle sue prime cinque gare interne alla guida del Napoli: record negativo nella storia della Serie A per un allenatore al timone dei partenopei dopo i suoi primi cinque match nella competizione al San Paolo. Periodo no, comunque, per il Torino che va KO da cinque partite di fila in campionato e potrebbe eguagliare il proprio record negativo di sei gare consecutive in Serie A che appartiene ai campionati 1999/00 (chiuso con la retrocessione) e 2006/07.

Milan-Genoa, domenica 1 marzo ore 12:30 (DAZN1, canale 209 del telecomando Sky)

Dopo la beffa di Firenze, il Milan non vuole perdere definitivamente di vista il treno Champions. I rossoneri sono imbattuti da sei sfide di Serie A contro il Genoa (e in quattro di queste non hanno subito gol), dopo che avevano perso quattro delle cinque precedenti (1V) di campionato. Dopo aver espugnato San Siro nei primi due incroci in Serie A contro il Milan (nel 1930 e 1931), il Genoa ha vinto soltanto tre di tutti i successivi 49 match di campionato in casa dei rossoneri; l’ultimo successo nell’aprile 2015 (1-3). Dall’arrivo di Stefano Pioli, il Milan ha collezionato sette clean sheet in campionato in 18 partite, ma con Davide Nicola in panchina anche il Genoa ha blindato la porta evitando di subire gol in tre delle ultime cinque gare di Serie A: tante quante nelle precedenti 30. Il Genoa inoltre ha raccolto cinque punti nelle ultime tre trasferte di questa Serie A (1V, 2N): tanti quanti quelli portati a casa dai liguri nelle 12 gare esterne precedenti.

Lecce-Atalanta, domenica 1 marzo ore 15 (Sky Sport Serie A)

Non si vuole fermare l'Atalanta, reduce da due vittorie consecutive (senza contare quella in Champions sul Valencia). I nerazzurri hanno perso soltanto una delle ultime 20 sfide di campionato contro una squadra neopromossa (16V, 3N): quella contro l’Empoli nel novembre 2018 (2-3). Dopo essere rimasto imbattuto nei primi sei incroci casalinghi di Serie A contro l’Atalanta, il Lecce ha vinto soltanto uno di tutti i successivi cinque (1N, 3P) andati in scena nel XXI secolo, nel gennaio 2005, con Zdenek Zeman in panchina. Soltanto a Lazio (30) e Udinese (28), il Lecce ha rifilato più gol di quanti ne abbia segnati all’Atalanta (27) nel massimo campionato italiano. La squadra di Liverani inoltre ha raccolto sette punti nelle ultime tre partite al Via del Mare: tanti quanti quelli messi insieme in tutte le 13 gare casalinghe precedenti. Dal canto suo l'Atalanta ha segnato 63 reti in 24 giornate di campionato: in 58 precedenti edizioni della Serie A, soltanto due volte i bergamaschi hanno segnato più gol in un’intera stagione (66 nel 1949/50 e 77 lo scorso torneo).

Sassuolo-Brescia, domenica 1 marzo ore 15 (Sky Sport Serie A)

Solo una sconfitta per il Sassuolo nelle utime cinque giornate di campionato. I neroverdi, però, non vincono una partita di Serie A in programma domenica alle 15 dal dicembre 2018: da allora otto pareggi e tre sconfitte. Nessuna squadra di questa Serie A attende la vittoria da più partite del Brescia in campionato (10). Per i lombardi sette sconfitte e tre pareggi. La squadra di Diego Lopez, inoltre, subisce gol da 10 partite di campionato: non registra una striscia più lunga nel corso di una singola stagione di Serie A dal 1997/98 (13 in quel caso). Da situazioni di vantaggio il Brescia ha perso almeno cinque punti più di qualsiasi altra squadra nei maggiori cinque campionati europei: 27 totali, inclusi 18 nelle ultime nove partite giocate. La prossima sarà la 250a per Domenico Berardi con la maglia del Sassuolo in tutte le competizioni: l’attaccante neroverde è a una sola rete dalla doppia cifra di gol in questa Serie A, traguardo che non raggiunge dalla stagione 2014/15.

Parma-Spal, domenica 1 marzo ore 15 (DAZN1, canale 2019 del telecomando Sky)

Il Parma è l'unica squadra che la Spal ha affrontato più di due volte in Serie A registrando il 100% di successi: tre vittorie su tre con due clean sheet per i ferraresi. Le 10 vittorie in 24 partite di Serie A sono, inoltre, un record per la squadra di D'Aversa dalla stagione 2003/04, quando i crociati ottennero il 5° posto a fine campionato. Dall'altra parte periodo negativo per la Spal, che arriva da cinque sconfitte consecutive di Serie A. Da sottolineare come il 67% dei punti conquistati dalla Spal in questa Serie A (10/15) è arrivato contro squadre attualmente nella metà alta della classifica, la percentuale più alta nel campionato in corso. Petagna e compagni hanno segnato 19 gol in questa Serie A: nei Top-5 campionati europei solo il Leganes ha fatto peggio (18) e ben quattro giocatori hanno invece realizzato più gol dei ferraresi.

Cagliari-Roma, domenica 1 marzo ore 18 (Sky Sport Serie A)

Dopo la vittoria sul Lecce, la Roma vuole tornare a correre forte come prima di Natale. I giallorossi hanno perso le ultime due trasferte di campionato: è dalla stagione 2012/13, con Zdenek Zeman in panchina, che non registrano tre sconfitte esterne di fila in Serie A. Occhio poi al Cagliari, che ha la terza miglior percentuale realizzativa del campionato (12.9%), dietro solamente a Lazio e Atalanta. Le partite della Roma sono quelle che hanno visto meno gol nei 15 minuti finali di partita in questa Serie A (otto: cinque a favore, tre contro) - 21 invece nelle gare del Cagliari, meno solo del Lecce (22). La squadra di Maran non vince da 10 partite di campionato, la sua striscia peggiore in Serie A dall'aprile 2015 (11). L'ultimo successo del Cagliari sulla Roma in Serie A risale al 4-2 della gara di ritorno della stagione 2012/13, in cui Radja Nainggolan aprì le danze al terzo minuto.

Juventus-Inter, domenica 1 marzo ore 20:45 (Sky Sport Serie A)

Il big match di giornata va in scena a Torino. La Juventus ha perso soltanto una delle ultime 14 sfide di Serie A contro l'Inter (1-2 nel settembre 2016). Il 3-1 nel novembre 2012 rimane l'unico successo dei nerazzurri allo Stadium in Serie A: da allora quattro successi per la Juventus (2N), che ha tenuto la porta inviolata nelle quattro occasioni più recenti. L'Inter ha perso 1-2 l'ultima trasferta disputata in campionato, contro la Lazio: non registra due sconfitte esterne di fila in Serie A dalla fine della stagione 2016/17, sotto la guida di Stefano Pioli. Juventus e Inter sono le due migliori difese della Serie A per quanto riguarda i primi tempi (otto gol subiti): tuttavia mentre i bianconeri non hanno ancora subito gol nella prima frazione nel 2020, i nerazzurri sono già a quota tre nel nuovo anno. Sarri si è imposto per 2-1 nella gara di andata: nelle ultime 40 stagioni di Serie A solo un allenatore bianconero ha vinto entrambe le prime due sfide di campionato contro l'Inter, proprio Antonio Conte, attuale tecnico dei nerazzurri.

Sampdoria-Verona, lunedì 2 marzo ore 20:45 (Sky Sport Serie A)

Il programma si chiude a Marassi. La Sampdoria ha perso solo uno dei 23 precedenti incontri interni di Serie A contro il Verona (15V, 7N) e ha tenuto la porta inviolata nel 48% di questi (11/23). Nell’era dei tre punti a vittoria l’unica precedente stagione in cui la Sampdoria ha conquistato 23 o meno punti dopo le prime 24 partite giocate di un singolo torneo di Serie A risale al 1998/99: campionato chiuso con la retrocessione dei blucerchiati. La Sampdoria ha perso le ultime due partite interne di Serie A e potrebbe registrare tre sconfitte di fila in casa per la prima volta dal settembre 2013. Il Verona non perde da nove partite di campionato (4V, 5N) e potrebbe restare imbattuto per 10 di fila in Serie A per la prima volta dal 2000. Solo cinque volte nella sua storia il Verona è arrivato con una differenza reti positiva dopo 24 partite di una stagione di Serie A, la più recente nel 1986/87 (+4, come nel campionato corrente).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche