Zaniolo su Instagram commenta la foto del bambino con la sua maglia a Milano

Serie A

Dopo che il Corriere della Sera ha pubblicato la foto di un bambino che gioca con la maglia di Zaniolo per il centro di Milano, il trequartista della Roma ha voluto scrivere sui propri social un messaggio allo sconosciuto protagonista dello scatto: "So che adesso è difficile e strano giocare a calcio da soli in una città vuota, ma resisti. Appena sarà tutto finito ti aspetto a Trigoria"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Un bambino che gioca con un pallone per la strada. Una scena che probabilmente tante volte abbiamo già visto nella nostra vita, ma che in tempo di quarantena da coronavirus assume ben altri significati. Ergendosi quasi a metafora universale di questo complicato momento che stiamo vivendo. Perché il bambino in questione è solo e si trova nel bel mezzo di una strada importante di una grande città italiana, praticamente deserta. E con quel gesto, immortalato in quel modo, sembra voler gridare al mondo tutta la sua voglia di uscire da questa situazione che l’Italia, proprio come testimoniato dalla foto stessa, sta affrontando con grande senso civico e collettivo. Una foto da un potere evocativo fortissimo, insomma, che il Corriere della Sera ha voluto pubblicare per sottolineare come un pallone da calcio possa facilmente diventare un simbolo universale di libertà. Soprattutto in questi giorni.

La pagina del Corriere della Sera

Zaniolo scrive al bambino: "Ti aspetto a Trigoria"

Un’immagine che ha però anche un’altra peculiarità, quella della maglia indossata dal piccolo calciatore: la numero 22 della Roma, quella di Nicolò Zaniolo. Particolare che potrebbe non voler dire nulla se la foto fosse stata scattata tra San Giovanni e Testaccio, ma che assume un ulteriore significato di libertà quando si comprende che la città nella quale è stata immortalata non è Roma bensì Milano. Cosa che ha particolarmente colpito sia il club giallorosso, come testimonia l’uso che i social della società di Trigoria ne hanno fatto, sia il protagonista involontario della foto, ovvero lo stesso giocatore della Roma. Che non appena ha visto lo scatto si è emozionato moltissimo, come testimoniato in un post sul proprio profilo Instagram: “Questa foto mi ha colpito davvero molto! Non so chi sei, ma che orgoglio vederti con la mia maglia! So che adesso è difficile e strano giocare a calcio da soli in una città vuota, ma resistiamo ancora un po' e, quando sarà tutto finito, so che me ne manderai una in cui giochi con altri ragazzi! (Magari esultando per un gol) Ti aspetto a Trigoria. Grazie al Correre della Sera per lo splendido scatto”. Al bambino ora non resta che mettersi d’accordo con Zaniolo. Sperando ovviamente che l’emergenza possa finire il prima possibile.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche