Napoli, i giocatori aiutano i dipendenti del club in cassa integrazione per il coronavirus

coronavirus
Francesco Modugno

Francesco Modugno

Bel gesto dei giocatori del Napoli, che hanno deciso di supportare con una colletta i dipendenti del club finiti in cassa integrazione in questo periodo di stop forzato per via dell'emergenza coronavirus

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Conta il gesto, si dice. Ma in questo caso anche la cifra. Che pure resta segreta, come da volontà espressa. Il mittente però è noto: i calciatori del Napoli. E anche i destinatari: i dipendenti della società in cassa integrazione. Però, no, non è stato un regalo di Pasqua. Ma un modo concreto per sentirsi ancor più tutti uniti, insieme, vicini a chi è in difficoltà in un momento complicato. Di ansie, di ogni tipo. E allora ecco il pensiero, stupendo. Un aiuto, un contributo, un modo per far sì che tutti siano più sereni con le proprie famiglie. Un regalo, da tutti i calciatori. È stato il gruppo, tutto. Lo spogliatoio. E ognuno ha fatto la propria parte. Una bella parte. Per tutto il resto poi...stipendi, multe, i contratti da rinnovare o il ritorno in campo, ci sarà tempo. Cercando intese e volontà comuni. Questo era un gol da fare, adesso. E loro, lo hanno fatto. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche