Cambiasso a Zanetti in diretta Instagram: "Perché sull'aereo dormi sempre?". VIDEO

Serie A

I due grandi campioni dell'Inter del Triplete hanno raccontato in una diretta su Instagram tantissimi aneddoti della loro carriera con la maglia nerazzurra e nella Nazionale argentina. Diversi anche gli "sketch" simpatici, come il racconto del Cuchu sullo Zanetti "compagno" in aereo. "Nei viaggi lunghi dorme sempre, mangia e si riaddormenta di nuovo. Quindi se gli sei a fianco, sei la persona più sfortunata..."

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Ricordi, bellissimi, della loro carriera. La preoccupazione per il presente e alcuni "sketch" irresistibili di due degli eroi del Triplete. La diretta Instagram della coppia Zanetti-Cambiasso ha regalato un'ora di storia del calcio ai tifosi dell'Inter e a tutti gli appassionati. "La situazione non è bella - ha esordito il vicepresidente dell'Inter - ma dobbiamo cercare di affrontarla più tempo che possiamo con il sorriso, divertirci con le nostre famiglie". E a proposito di divertimento... il Cuchu parte subito con una battuta sullo Zanetti compagno... d'aereo. "Abbiamo fatto tanti voli lunghi insieme, Javier si addormenta dopo 15 secondi dal decollo... si sveglia per mangiare, e dorme di nuovo. Quindi, se gli sei a fianco, sei la persona più sfortunata dell'aereo...". 

Cambiasso allenatore dell'Inter?

Niente aereo, e niente telefonate con Javier. "So che c'è tanta gente che dice che devo diventare allenatore - aggiunge ancora Cambiasso - ma quello che ti chiama per allenare, è anche quello che ti manderà a casa, quindi l'ultima cosa che vorrei è che la telefonata mi arrivasse da Zanetti. Per evitare questa sofferenza, se un giorno ci sarà la possibilità vorrei che l'ultima persona a chiamarmi fosse Zanetti". 

Il Clan dell'Asado

"Nell'Inter si creò una colonia enorme di argentini - ricorda Zanetti - e con Roberto Mancini in panchina abbiamo iniziato a fare questo asado per tutti. Non soltanto per i giocatori, ma per tutto il centro sportivo dell'Inter, 50-60 persone. Ci hanno anche soprannominato anche il clan dell'asado... Non dico che lì nascevano le vittorie, però sicuramente ha creato un gruppo forte che ha contribuito ai successi".  

I più forti con cui abbiamo giocato? Baggio e Raul

Zanetti: "Ronaldo quando arrivò era impressionante, ma se devo fare un nome dico Roberto Baggio. Qualità e passione. Avevo grande ammirazione per lui, così come l'ha il mondo nei suoi confronti". Cambiasso: "Evitando i calciatori della nazionale, dico che quello con cui ho condiviso lo spogliatoio che mi ha impressionato di più: Raul. Non so se è stato il più forte, ma è il primo che vorrei in squadra con me. Ma i miei modelli sono Zanetti e Simeone". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche