Vieri a Pirlo: "Tu e Nesta sempre alla Playstation a Milanello". VIDEO

Serie A

I due ex compagni di squadra al Milan scherzano sulla passione di Pirlo e Nesta per la Playstation in ritiro: "Passavo dalla vostra camera per salutare ed eravate fissi su joystick e tv" ricorda l'ex attaccante. "Facevamo le corse per mangiare velocemente e andare in camera a giocare anche prima dell'allenamento" racconta l'ex centrocampista. Che sul futuro ha le idee chiare: "Vorrei allenare, anche all'estero"

CORONAVIRUS: AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

"Negli anni al Milan giocavamo un casino alla Playstation. Anche a Milanello ricordo che io e Nesta facevamo le corse per mangiare velocemente e andare in camera a giocare anche prima dell'allenamento". Parola di Andrea Pirlo, che nel corso di una chiacchierata su Instagram con Christian Vieri ha raccontato alcuni aneddoti legati all'esperienza in rossonero e in Nazionale, in particolare legati alla passione per i videogames. In grado di monopolizzare l'attenzione del centrocampista e dei suoin compagni di squadra per diverse ore consecutive, come ricordato da Vieri: "Ricordo un episodio al Milan: tu e Nesta eravate in camera insieme e giocavate alla Playstation - racconta Vieri - passo in camera da voi, siete stati 10 minuti a giocare senza rivolgermi una parola. Ripasso un'ora dopo e stavate ancora giocando, fissi sullo schermo. Ritorno alle 23, eravate ancora lì che giocavate. Mi sono detto: questi sono matti".

"Quando a Nesta è partito il tendine del polso"

Nei tanti pomeriggi trascorsi in ritiro, la Playstation è stata compagna di mille ore per Pirlo come per tanti altri giocatori. L'ex centrocampista di Milan e Juventus ha parlato anche di un curioso infortunio rimediato da Alessandro Nesta a Palermo: "Eravamo con la Nazionale, avevamo giocato alla Play. Siamo andati giù a cena, lui ha preso il piatto e gli è caduto. In pratica gli è crollato il tendine del polso". E giù risate, come quelle che "non mancavano mai a tavola al Milan: c'eravamo io, Ambrosini, Gattuso, Nesta, Inzaghi e te" ricorda Pirlo, rivolgendosi a Vieri. E ricordando anche una videochiamata fatta il giorno prima con Nesta e Gattuso: "Devi vedere Rino in che stato è, ha una barba immensa". Una battuta è riservata anche ad Alessandro Matri, ex compagno di squadra anche nella Juve: "Vorrebbe ancora buttarsi dentro, il mercato è sempre aperto ormai" scherza Pirlo. "Ha chiamato tutti gli allenatori d'Italia e gli hanno detto di no - ride Vieri - si è allenato un mese e mezzo con il Monza. Ho chiamato Brocchi per chiedergli come stesse e mi ha risposto: Bobo, non prende mai la porta". 

"Futuro? Vorrei allenare, andrei anche all'estero"

Pirlo si è soffermato anche sul suo futuro. Che potrebbe essere in panchina: "Del calcio giocato non mi manca niente ora, sono stato anche un paio d'anni a casa e ora so bene cosa voglio fare. Il corso da allenatore? Ad ora le lezioni sono spese, a giugno dovremmo stare tre settimane a Coverciano ma la vedo dura, ora lo stanno usando anche come ospedale. A settembre invece dovrei discutere la tesi". Nessuna preclusione per un'esperienza lontano dall'Italia:  "Ho parlato con qualche squadra, ora vediamo come va avanti: per ora è tutto un pò bloccato. Solo in Italia? Andrei anche all'estero, non c'è problema. L'ho già fatto a New York ed è stata una bella esperienza. Tanto il calcio è uguale ovunque, se hai le qualità poi ad alti livelli ci arrivi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche