Milan, intoccabili e alternative di Pioli

Serie A
Peppe Di Stefano

Peppe Di Stefano

Roma, Spal, Lazio, Juve e Napoli. Le prossime 5 (4 delle quali contro squadre che precedono i rossoneri in classifica) diranno davvero se il buon Milan visto a Torino, e l’ottimo e prolifico Milan di Lecce, potrà davvero avere ambizioni. O no.

La continuità è merce rara negli ultimi anni dalle parti di Milanello. È per questo che dal club preferiscono vivere alla giornata piuttosto che ragionare e programmare a lunga scadenza.

Gli intoccabili

leggi anche

Rebic abbraccia il raccattapalle: il motivo

Adesso servirà solo mettere in campo la squadra migliore. A prescindere dalla stanchezza e dalla elevata intensità che contraddistinguerà questo segmento di stagione. Ci sono ballottaggi, pochi a dire il vero, e poi ci sono intoccabili e insostituibili. Più per mancanza di alternative, che per altro. Al netto di squalifiche e infortuni, Donnarumma non si toccherà, e così sarà fino a fine campionato. Stesso discorso per Romagnoli, Theo Hernandez, Bennacer, Calhanoglu e Rebic. Aspettando Ibra però, un po’ di turnover Pioli sarà costretto a farlo.

Le alternative

calciomercato

Thiago vuole il Milan. E sul rinnovo di Gigio...

A destra in difesa, Calabria e Conti si alterneranno quasi settimanalmente. In attesa dei rientri di Kjaer e Duarte, toccherà a Gabbia al fianco di Romagnoli. In mezzo al campo ed in avanti invece tutto dipenderà dalla maturità e dalla continuità di Paqueta e Leao. Se mostreranno affidabilità, entreranno nelle rotazioni di Pioli e del suo staff. Se così non sarà, probabilissimo un Milan gara dopo gara copia e incolla della partita precedente. L’ultimo, quello di Lecce, lascia però bene sperare.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche