Atalanta, Gasperini: "Muriel è l'allegria in persona. Quarto posto? Giochi ancora aperti"

Serie A
©Getty

L'allenatore nerazzurro al termine della vittoria sull'Udinese: "Ora abbiamo un bel vantaggio, ma è presto per dire che la Champions sia blindata". Poi sul match winner: "Contro la Lazio sembrava morto, poi l'ho strigliato. Ma sempre con il sorriso"

Atalanta implacabile, 10 gol e tris di successi nelle prime tre partite dalla ripresa della Serie A. Dopo il 2-3 in casa dell'Udinese, Gian Piero Gasperini può godersi così la fuga dei suoi ragazzi a +9 sulla quinta in classifica. "Ma è presto per parlare di quarto posto blindato", l'allenatore nerazzurro è prudente ai microfoni di Sky Sport nel postpartita. "Mancano ancora 10 partite, e ogni sfida inizia a pesare: la vittoria sulla Lazio ci ha fatto spendere molte energie e per questo oggi mi sono giocato i cambi molto presto".

"Muriel e Ilicic hanno trovato il loro ambiente ideale"

approfondimento

Gol dalla panchina, nessuno come Muriel

Quindi l'attenzione volge tutta a Luis Muriel, man of the match con le ennesime due reti da subentrato. "Lui è l'allegria in persona", Gasperini si gode la sua super sub. "Ha veramente un carattere stupendo, ci riprendiamo in continuazione ma sempre scherzosamente". L'esempio arriva dal precedente impegno di campionato: "Contro la Lazio è entrato nell'ultima mezz'ora e sembrava morto", rivela l'allenatore. "Pensare che lui credeva pure di aver giocato bene: il giorno dopo gli ho detto di tutto. Poi oggi segna due gol del genere, e allora mi viene da pensare che giocatori come Muriel e Ilicic hanno veramente trovato la loro dimensione a Bergamo: la squadra li esalta, se stanno bene sono un fattore".

SERIE A: SCELTI PER TE