Zenga-Mihajlovic, che risate tra amici dopo Bologna-Cagliari: "Come giocare a scacchi"

Serie A

Vecchi protagonisti della Serie A in campo, oggi avversari in panchina. I due scherzano ai microfoni Sky al fischio finale di Bologna-Cagliari 1-1. "Salta sopra la palla, come a fare una finta" spiega Mihajlovic in riferimento alla posizione di Joao Pedro sul gol dei sardi. "Sei un volpone, salta perché non vuole prenderla" risponde Zenga. Alla fine giù risate e sorrisi: "Oggi è stato come giocare a scacchi"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Un punto a testa in campo, la conferma di un'amicizia solida fuori. Quella tra Walter Zenga e Sinisa Mihajlovic è stata la partita nella partita di Bologna-Cagliari, terminata 1-1 per la 29^ giornata di Serie A con le reti di Barrow e Simeone. Dopo gli abbracci prima del match, due dei protagonisti della Serie A di qualche anno fa hanno dato vita a un simpatico siparietto ai microfoni di Sky nel post partita. A chiedere lo svolgimento di un'insolita intervista in coppia e a vicinanza è Sinisa ("Noi non abbiamo paura, facciamo il tampone ogni quattro giorni" la risposta in riferimento alle norme anti-contagio da Covid-19) ed è lo stesso Mihajlovic a microfonare Zenga. "Cosa gli ho detto fuori onda? Che è una mezza sega..." 

Gol Cagliari, botta e risposta Zenga-Sinisa

Sorrisi sinceri e risate, a stemperare la tensione di una gara divertente e combattuta. C'è però un momento in cui i due allenatori non concordano: succede quando guardano insieme l'azione che porta al gol del pareggio del Cagliari, con la posizione di Joao Pedro al di là della difesa del Bologna da valutare sul tiro di Nainggolan che arriva a Simeone e viene spinto in rete per l'1-1.  "Salta sopra la palla, come a fare una finta" spiega Mihajlovic. "Ma salta perché non vuole prenderla" replica Zenga. "Appunto, è una finta, così inganna il mio portiere" è la risposta dell'allenatore del Bologna. Tesi respinta con ironia da Walter: "Sicuro? Comunque Sinisa è un amico e un volpone". Lo dimostra una battuta su Simeone: "Il Cholito ha fatto quattro gol in quattro partite. Credo che sia il modo migliore per rendere una punta felice. A 20 minuti dalla fine volevo anche toglierlo per farlo riposare, ma ero in difficoltà con i cambi e l'ho tenuto in campo". Mihajlovic sorride e suggerisce: "Però potevi toglierlo lo stesso". Alla fine, anche se il Bologna ha qualcosa da recriminare ("Abbiamo dominato durante tutta la partita, peccato non aver vinto" dirà Mihajlovic) prevalgono amicizia e fair play. "Oggi è stato come giocare a scacchi" ammette Sinisa, che ci scherza su: "Siamo amici ed è giusto dividersi la posta". L'ultima battuta è di Zenga: "Sono felice perché ho rivisto un grande amico e l'ho visto benissimo"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche