Conte dopo Verona-Inter: "Altri punti buttati. Dirò al club cosa serve per migliorare"

Serie A
©LaPresse

L'allenatore nerazzurro analizza l'ennesima rimonta subita dalla sua squadra contro il Verona (2-2 il finale): "Lasciamo per strada troppi punti, quello che serve per migliorare lo dirò al club. Le mie sono critiche costruttive e i ragazzi lo sanno. Lukaku? Ha avuto problemi, speriamo non sia nulla di grave"

Ancora un passo falso per i nerazzurri. Dopo la sconfitta contro il Bologna nel turno precedente, l’Inter infatti non riesce ad andare oltre il 2-2 contro il Verona al Bentegodi, fallendo il sorpasso in classifica nei confronti dell’Atalanta che resta così in terza posizione in classifica. Un match che Antonio Conte analizza così a Sky Sport: "Come impegno, voglia e determinazione non ho nulla da rimproverare ai ragazzi, non bisogna infatti dimenticare che abbiamo giocato contro una squadra che fa dei ritmi alti la sua arma migliore, l’Inter oggi ha risposto in tutto e per tutto. C’è il solito rammarico di aver preso gol a 5' dalla fine da una situazione di fallo laterale. Sono situazioni che dispiacciono perché perdiamo punti per strada, ma non ho niente da rimproverare ai ragazzi cha avrebbero meritato di vincere la partita. Abbiamo buttato 3 punti con Sassuolo, Bologna e Verona. I ragazzi danno tutto, abbiamo pregi e difetti. Stiamo cercando di tirare fuori il meglio da ogni situazione, vogliamo migliorare".

"Le mie sono critiche costruttive"

leggi anche

Marotta: "Conte arrabbiato. Lautaro torni sereno"

L’allenatore dell’Inter commenta così l’ennesima rimonta subita dalla sua squadra (i nerazzurri, dopo lo svantaggio iniziale, erano avanti 2-1) che ha perso 20 punti da situazioni di vantaggio: "Si tratta di una statistica che ci deve far riflettere e ci deve spingere a migliorare ancora di più. Senza questi punti persi per strada oggi staremmo parlando di un’altra classifica. Noi stiamo lavorando tanto e penso che il lavoro che stiamo facendo si veda”, ha proseguito Conte. "Bisogna essere più bravi a gestire certe situazioni, magari in questo l’esperienza ci aiuterà, a volte andiamo in affanno troppo facilmente. Non voglio però – le parole dell’allenatore nerazzurro – fare considerazioni altrimenti dicono che critico. In realtà io lo faccio in maniera costruttiva e i ragazzi questo lo sanno".

"A fine anno io e le società faremo valutazioni. Lukaku…"

vedi anche

Inter, rimonta e beffa finale: 2-2 con il Verona

"Cosa serve per migliorare questa Inter? A fine anno farò le mie considerazioni così come le farà il club sul lavoro che ho fatto. Se c'è qualcosa da dire lo dirò al club. A tutti piacerebbe vincere ma bisogna capire quanto si è vicini o lontani dal farlo, ognuno può pensarla in maniera diversa su questo", ha aggiunto Conte. Che ha parlato così delle condizioni di Lukaku, sostituito per un problema fisico: "Ha avuto un problema nella zona dell'adduttore e alla schiena. Valuteremo insieme ai dottori, speriamo non sia nulla di grave perché è un giocatore importante per noi". Chiusura su Eriksen, entrato in campo solo nei minuti finali del match: "Ha giocato tante partite, sta crescendo. Vogliamo metterlo in un contesto, al tempo stesso facciamo delle rotazioni per poter recuperare. Sanchez valore aggiunto per l’anno prossimo? Non penso al prossimo anno, ora c'è un campionato da finire poi faremo delle valutazioni io e la società", ha concluso Conte.

SERIE A: SCELTI PER TE