Milan, Pioli: "Ora siamo squadra, ci divertiamo e si vede. Ibra? Devo gestirlo"

Serie A
©LaPresse

L'allenatore rossonero commenta il 5-1 al Bologna, ottavo risultato utile di fila dopo il lockdown: "La squadra si sta divertendo, abbiamo consapevolezza e fiducia. Mancano 4 partite e dobbiamo rimanere attaccati a questa classifica". Sulla sostituzione di Ibrahimovic: "Lui è un punto di riferimento per la squadra, ma devo amministrarne le forze"

MILAN-BOLOGNA 5-1: TUTTO SULLA PARTITA

Otto risultati utili di fila, 20 punti. Il Milan post lockdown non conosce la parola sconfitta. Il 5-1 al Bologna lo ha confermato. "La squadra si sta divertendo, questa è la cosa positiva che traspare non solo dai pochi allenamenti che i ragazzi stanno facendo ma da tutti i momenti in cui stiamo insieme - è il pensiero di Stefano Pioli ai microfoni di Dazn - abbiamo giocato una partita di alto livello contro un avversario pericoloso, difficile. Abbiamo consapevolezza, abbiamo fiducia, siamo molto soddisfatti di quello che stiamo facendo ma mancano 4 partite e dobbiamo rimanere attaccati a questa situazione". L'allenatore del Milan ha individuato anche il momento della scossa: "L'eliminazione in Coppa Italia, giocando in 10 senza prendere gol dalla Juve. Siamo stati squadra per atteggiamenti, volontà, organizzazione e qualità. Ci è venuta la convinzione che in 11 contro 11 avremmo potuto giocarcela con tutti. Quella è stata una tappa dolorosa ma abbiamo portato a casa un bell'insegnamento".

"Ibra riferimento, devo amministrarne le forze"

vedi anche

Ibra-Mihajlovic, abbracci prima del match. FOTO

Con 56 punti e il quinto posto nel mirino, il Milan sta mettendo in mostra una condizione fisica invidiabile: ""Abbiamo usato buon senso e abbiamo lavorato durante la pausa anche grazie alla disponibilità dei calciatori - spiega Pioli - ora siamo squadra, con convinzione, fiducia e positività i risultati importanti arrivano. Le vittorie contro Roma, Lazio e Juve ci hanno rilanciato a livello mentale". Pioli ha parlato anche della sostituzione di Ibrahimovic, richiamato in panchina sul 4-1: "Ha detto qualcosa ma non l'ho capito. Io devo gestirlo, ha avuto un infortunio e giochiamo ogni 3 giorni. Anche con il Bologna è stato un punto di riferimento per la squadra, ma dobbiamo amministrare le forze". Tra i fattori determinanti c'è Kessie: "Secondo me Franck è un centrocampista moderno, completo e ora attraversa un momento psico-fisico eccellente. Vedo in lui grande presenza mentale, grande positività, sta diventando un riferimento per i compagni. Lui è sempre dentro la partita, è generoso, è sempre sul pezzo. Sta facendo prestazioni importanti anche a livello tecnico, deve continuare così".

Calhanoglu: "Felice, gioco per Pioli"

Quella del 2-0 al Bologna è stata la sesta rete in campionato per Hakan Calhanoglu: "Sono contento, dobbiamo continuare così - spiega il numero 10 a Dazn - abbiamo giocato diverse partite con lo stesso modulo e la stessa continuità. Non è facile giocare ogni tre giorni, siamo stanchi ma ci mettiamo cuore e mentalità. Il Bologna ti affronta sempre nell'uno contro uno e non è semplice, però abbiamo fatto pressing alto e abbiamo vinto la partita". Calhanoglu riconosce l'importanza di Pioli nella sua maturazione: "Lui mi ha cambiato tanto come persona e come calciatore, mi lascia spazio senza pressioni. Mi parla sempre, anche fuori dal campo. Sono contento, gioco anche per lui: è importante per me e per i compagni di squadra. Sono contento di avere un allenatore che ci aiuta così tanto".

Bennacer: "Contento per primo gol e prova di squadra"

Tempo di commenti anche per Ismael Bennacer, al primo gol in Serie A con la maglia del Milan: "Segnare davanti ai tifosi sarebbe stato più bello ma così è importante lo stesso. Fondamentale aver vinto, sono contento per prestazione e gol. Ora devo aiutare sempre più la squadra". Anche il numero 4 rossonero è tra i giocatori maggiormente migliorati nelle ultime settimane: "Sono cresciuto tanto, è cambiata la mia posizione e anche il mio atteggiamento quando ricevo palla. Ora sono più vicino all'area quando attacchiamo e questo mi permette anche di fare gol quando c'è la possibilità".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche