Atalanta-Bologna, Gasperini: "Lite con Mihajlovic? Non ero io a dover andare fuori"

Serie A

L'allenatore nerazzurro dopo la lite con Mihajlovic e la seguente espulsione: "Non ne voglio parlare, dico solo che non ero io a dover lasciare il campo". E sulla partita: "Vittoria assolutamente meritata. PSG? Davanti a noi abbiamo tre strade..."

LITE FURIOSA MIHAJLOVIC-GASPERINI. VIDEO

L'Atalanta vince ancora, batte 1-0 il Bologna e sale momentaneamente al secondo posto della classifica. 17esimo risultato utile consecutivo tra campionato e Champions per una squadra che non perde ormai da gennaio. Un successo che però Gian Piero Gasperini non si è potuto godere fino in fondo, vista l'espulsione subita dopo una forte lite in panchina con Sinisa Mihajlovic. L'allenatore nerazzurro, intervenuto ai microfoni di Sky Sport, ha spiegato così l'episodio: "Non ne voglio parlare, dico solo che l'Atalanta è una squadra sempre corretta. Non ero io a dover andare fuori, ma non aggiungo altro e parliamo della partita...".

"Panchina non lunghissima, ma di grande qualità"

vedi anche

Atalanta-Bologna 1-0, gol e highlights

Partita che ha visto la formazione atalantina andare in difficoltà nella prima fase, per poi venire fuori alla distanza, come ha riconosciuto lo stesso Gasperini: "Il Bologna ha giocato molto bene la prima mezz'ora e come spesso ci accade partiamo a rallentatore. Piano piano siamo venuti fuori e alla fine abbiamo vinto in modo assolutamente meritato. Muriel ancora decisivo a gara in corso? Non abbiamo una panchina lunghissima, però di indubbia qualità. Per me non esistono titolari e riserve, ho diversi giocatori affidabili in qualunque momento della partita".

"PSG? Abbiamo tre strade davanti a noi..."

leggi anche

Ceferin: "Champions ed Europa League senza tifosi"

Infine, l'allenatore dell'Atalanta si è proiettato in avanti verso la Champions League, analizzando le condizioni fisiche di alcuni calciatori usciti acciaccati dalla sfida contro il Bologna: "Per Palomino dovrebbero essere solo crampi, mentre Zapata e Djimsiti hanno subito contusioni piuttosto forti. E' difficile fare una valutazione adesso, ma i miei ragazzi sono degli highlander. Ilicic? Bisogna aspettare. Per noi è una gravissima perdita, è un giocatore che aumenta il nostro potenziale in modo esponenziale. Stiamo lavorando, sperando di poterlo recuperare". Quale preparazione affrontare in vista della sfida contro il PSG? Gasperini ha diverse soluzioni: "Abbiamo tre strade per le prossime partite: continuare a giocare in preparazione alla Champions, oppure lasciare tutti a riposo per una settimana e alternare con tanti ragazzi. La terza è una via di mezzo, vedremo quale sarà la soluzione migliore".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche