Gotti dopo Udinese-Juventus: "Vittoria della pazienza. Meritavamo una classifica diversa"

UDINESE
©Getty

L'allenatore bianconero dopo il successo in rimonta sulla Juve: "Non mi aspettavo questa prestazione viste le tantissime assenze della vigilia, la squadra ha avuto l'atteggiamento e la giusta pazienza. Questa Udinese meritava una classifica diversa"

SERIE A: LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Una vittoria in rimonta che avvicina sempre più la salvezza, con la classifica che adesso recita quindicesimo posto a quota 39 punti. Tre punti importantissimi quelli conquistati dell’Udinese, capace di imporsi sulla Juventus ribaltando la rete iniziale di De Ligt (2-1 il finale) e rimandando la festa scudetto di Ronaldo e compagni.  Un successo che l’allenatore dell’Udinese Gotti commenta così a Sky Sport: "Non me lo aspettavo, la cosa più bella è che i ragazzi hanno fatto tutto quello che potevano fare per vincere la partita. Era difficile immaginare questo successo alla vigilia viste le assenze e la stanchezza. Avevo a disposizione solo 12 giocatori della Prima squadra, a cui si è aggiunto all’ultimo Samir dandomi la sua disponibilità anche per solo 20 minuti: sono segnali importanti. La mia squadra si è guadagnata questo successo con il giusto atteggiamento, siamo stati incudine e martello all’interno della stessa partita".

"Meritavamo una classifica diversa"

vedi anche

Gli highlights di Udinese-Juve

"Questa squadra meritava una classifica diversa per quello che ha mostrato in campo e per il valore dei giocatori in rosa, ma abbiamo perso tanti punti all’ultimo e in molte partite abbiamo creato tanto raccogliendo pochissimo. Stasera invece davanti alle poche occasioni, tante per avere davanti la Juve, abbiamo segnato due gol: uno con una grande azione di squadra, l’altra con una prodezza di un singolo", ha proseguito Gotti. Che ha elogiato la sua squadra: "Non è scontato per una provinciale avere la pazienza di costruire e creare i presupposti per ribaltare il match, noi abbiamo avuto la giusta pazienza”. Battuta finale sulla Juve e l’amico Sarri: "Sono felice per lui perché virtualmente ha vinto il campionato, ma sono contento che non abbia festeggiato qui. Il mio futuro? Vedremo a fine campionato", le parole di Gotti.