Parma-Atalanta, Gasperini: "Secondo posto? Padroni del nostro destino"

Serie A

L'allenatore nerazzurro alla vigilia della sfida contro il Parma: "Se vinciamo le ultime due gare arriviamo secondi, dipende tutto da noi. Sarebbe il modo migliore per presentarci alla sfida di Champions contro il Paris Saint-Germain"

Battere Parma e Inter per chiudere al meglio un campionato straordinario e conquistare la seconda posizione in classifica alle spalle della Juventus campione d’Italia.  Alla vigilia della sfida del Tardini che aprirà la 37^ giornata di campionato (martedì ore 19.30), Gian Piero Gasperini manda un messaggio chiaro all’ambiente Atalanta: "Siamo arrivati alle ultime due giornate e siamo padroni del nostro traguardo finale: vincendole entrambe saremmo secondi. Il modo migliore per arrivare allo scontro nei quarti di Champions Legue col Paris Saint-Germain è restare concentrati e attenti".

"Parma squadra di valore. Col Milan mi è mancato il campo"

leggi anche

Serie A, il calendario del prossimo turno

Gasperini punta a conquistare un nuovo record, con un successo al Tardini infatti l’Atalanta centrerebbe l’undicesima vittoria in trasferta in questa Serie A. Guai però a sottovalutare la squadra di D’Aversa: "Il Parma è una squadra di valore che ha fatto un ottimo campionato ed è stata in corsa per l'Europa: questo momento è un saliscendi che dipende anche dal recupero fisico e dal rientro di alcuni giocatori. La nostra condizione crescerà nelle prossime settimane", ha affermato Gasperini. Che è tornato sul diverbio con Mihajlovic e la conseguente squalifica nel turno precedente: "Mi è mancato il campo contro il Milan, avrei da ridire sulle modalità della squalifica, non è stato un episodio giudicato in modo equo".

"Speriamo a settembre di ripartire in condizioni normali"

leggi anche

Mbappé out 3 settimane: niente Atalanta

Un campionato da finire al meglio e poi un sogno Champions da vivere (il Psg, avversario nei quarti, non avrà l’infortunato Mbappé), Gasperini non nasconde gli sforzi per via delle tante gare ravvicinate: "La frequenza degli impegni è stata molto gravosa dal punto di vista mentale e fisico, per fortuna ultimamente abbiamo perso solo Ilicic. Una stagione spezzata: fino a febbraio esaltante, poi il virus che ha spaccato la vita di tutti e la ripartenza senza pubblico. Un terzo di campionato al caldo e coi controlli, a cui tutti si sono adattati con disponibilità: inedito, ma con partite vere. Speriamo che a settembre si riparta in condizioni normali", ha concluso Gasperini.