Probabili formazioni Serie A della 38^ giornata: ultime news dai campi

Serie A
©LaPresse

Tutti gli aggiornamenti sulle probabili formazioni dell'ultimo turno dell'anno direttamente dagli inviati di Sky Sport. Giornata nella quale molte squadre 'stravolgeranno' le varie formazioni dando spazio a chi ha giocato meno. Da decidere secondo posto e retrocessione. Roma con Zaniolo dal 1'. Inter, Lautaro o Sanchez?  Nella Juve non è stato convocato Cristiano Ronaldo

38^ GIORNATA: LA DIRETTAGOL - GENOA-VERONA LIVE - LECCE-PARMA LIVE

Ultimo chilometro prima del traguardo. E' stata una stagione davvero particolare per i motivi che tutti conosciamo ma sicuramente resterà la 'tradizione' dell'ultima giornata: tantissimo turnover, vuolti nuovi e formazioni stravolte per far spazio a chi o non ha mai messo piede in campo, o chi ha giocato poco.

Weekend non semplice per i fantallenatori ma anche per la squadra degli inviati di Sky Sport che ovviamente è già al lavoro per raccogliere notizie e mettere su un Xi probabile (ripetiamo, cosa non proprio semplice alla 38ma giornata).

Vediamo quindi la situazione squadra per squadra, ricordandovi di consultare anche la nostra pagina dei 'Campetti' per avere un riassunto grafico di schieramenti, infortunati, indisponibili e squalificati

ATALANTA-INTER, sabato ore 20:45

Atalanta, fuori Palomino. Duello sulla trequarti

LIVE

L'Inter chiude al 2° posto: Atalanta battuta 2-0

In infermeria Josip Ilicic è stato 'raggiunto' da José Palomino. Problema agli adduttori per il difensore che non ci potrà essere nell'ultimo impegno di campionato. In difesa spazio a Caldara e Djimsiti. Con De Roon e Freuler al centro del campo, Pasalic deve battagliare con Malinovskyi per un posto al fianco di Gomez e dietro a Zapata. Al momento però è il croato in pole per una maglia da titolare.

Inter, in tre per una maglia

Obiettivo secondo posto per i nerazzurri di Conte, con il tecnico che vorrebbe una vittoria come regalo per i suoi 51 anni. In attacco con Lukaku ci sarà, salvo sorprese, Lautaro Martinez. Il 'Toro' resta ancora in ballottaggio con Sanchez ma per il momento è l'argentino il favorito per una maglia da titolare. Dubbio a centrocampo: si giocano una maglia Gagliardini, Eriksen e Borja Valero. A sinistra c'è in pole Young. In difesa Godin scavalca Skriniar.

JUVENTUS-ROMA, sabato ore 20:45

Juventus, Cristiano non convocato

La bomba l'aveva sganciata dopo Cagliari: "Potrei schierare l'Under 23 contro la Roma". Le parole in conferenza del mister bianconero fanno propendere per una Juve 'classica'. Ovvio che ci sarà un po' di turnover in tutte le zone di campo. Partiamo però dal portiere: Buffon non dovrebbe chiudere la stagione da titolare. In difesa si rivedrà Demiral dall'inizio. Pjanic è squalificato: Bentancur in regia e Muratore confermato nell'XI titolare. Davanti non ci sarà Cristiano Ronaldo. Il portoghese non aveva praticamente speranza di vincere la classifica cannonieri e così Sarri non lo ha convocato per l'ultima di campionato. Davanti ci sarà il giovane Zanimacchia.

Roma, Zaniolo in pole per tornare titolare

Fonseca prepara un mega-turnover per l'ultima di campionato. Mancini è squalificato, c'è l'Europa League alle porte e molti devono tirare il fiato. Ecco quindi una piccola rivoluzione a livello di XI titolare con Funzato in porta, Cetin e Fazio in difesa, Villar in mezzo e il ritorno di Zaniolo dal 1'. L'azzurro sarà probabilmente affiancato da Kluivert con Kalinic unica punta.

 

MILAN-CAGLIARI, sabato ore 20:45

Milan, out Conti e Rebic

Uno si è operato, l'altro è squalificato. Niente ultima giornata per Andera Conti e Ante Rebic. Pioli vuole chiudere in bellezza e, almeno inizialmente, potrebbe schierare i soliti noti con il cambio forzato sulla sinistra. In attacco ci sarà sempre Zlatan Ibrahimovic ma sono due le soluzioni per ovviare all'assenza di Rebic. La prima prevede l'utilizzo di Leao, la seconda l'inserimento di Bonaventura e contestuale spostamento a sinistra di Calhanoglu. Al momento però l'ipotesi Leao è quella più accreditata

Cagliari, Paloschi in pole (da ex)

Porte girevoli in mezzo al campo: per un Nandez che torna dalla squalifica c'è però un Rog fermato dal giudice sportivo. Zenga va verso una formazione per metà 'solita' e per metà con gente che il campo (almeno da titolare) l'ha visto relativamente poco. In attacco c'è Paloschi in pole per affiancare Simeone. Alle loro spalle favorito Birsa. In difesa invece dovrebbe rientrare dal 1' Carboni.

NAPOLI-LAZIO, sabato ore 20:45

Napoli, Lobotka in regia. Callejon in vantaggio

Il primo dubbio da risolvere in casa Napoli è legato al portiere con Ospina in vantaggio su Meret. Difesa guidata dalla coppia Manolas-Koulibaly mentre a centrocampo dovrebbero rivedersi sia Fabian Ruiz che Lobotka. Punta centrale Mertens con sicuramente Insigne a sinistra e con Callejon, per ora dato in vantaggio, a destra.

Lazio, ballottaggio Marusic-Jony

Non ci dovrebbero essere soprese nellXI titolare biancoceleste: Acerbi agirà ancora sul centrosinistra. Come accaduto nelle ultime settimane, il difensore azzurro non è sempre col gruppo ma poi è presente nella rifinitura e, di conseguenza, in partita. Non dovesse però farcela, spazio a Bastos. Sulle corsie esterne pronti Lazzari e Marusic, con quest'ultimo in vantaggio nel testa a testa con Jony mentre in attacco coppia Correa-Immobile.

SPAL-FIORENTINA, domenica ore 18

Spal, niente Petagna per l'ultimo appuntamento?

D' Alessandro e Di Francesco sono in pole per essere titolari contro la Fiorentina. L' alternanza in porta prevede che tocchi a Thiam. In difesa agiranno Tomovic sull' out destro e Cionek sull'altro versante. Strefezza invece potrebbe essere impiegato come esterno destro nel 4-4-2 di Gigi Di Biagio.

Fiorentina, Castrovilli e Ribery out

E' stato uno dei grandi protagonisti (e scoperte) di stagione ma non ci sarà per l'ultima passerella. Parliamo di Gaetano Castrovilli, operato al setto nasale e indisponibile per la gara contro la Spal. Dentro quindi Ghezzal? No perchè è squalificato. Probabile quindi che Iachini viri sul 3-4-3 che però non vedrà Ribery tra i protagonisti. Il francese è rimasto fuori dalla lista dei convocati. Favorito per un posto nel tridente? Sottil

BOLOGNA-TORINO, domenica ore 20:45

Bologna, pronta staffetta Palacio-Santander?

In casa rossoblù potrebbe cambiare il portiere con Da Costa pronto a prendersi l'ultima titolarità in stagione. In difesa va verso la conferma Corbo al fianco di Danilo. In mediana favorito Schouten mentre in attacco è pronto a tornare dall'inizio Palacio che però è insidiato da Santander. Molto probabile che i due si 'dividano' il minutaggio della partita. Possibili alternative nei vari reparti: Musa Juwara, Dominguez e Baldursson.

Torino, due squalificati tra i granata

Campionato finito con un turno di anticipo per Lyanco e Meitè, entrambi fermati da giudice sportivo. In difesa quindi ci sarà spazio per Djidji. A sinistra confermato Singo dopo l'ottima prova contro la Roma. Sull'altra corsia esterna ci sarà Ansaldi. Verdi trequartista con Belotti che torna nell'XI titolare.

GENOA-VERONA, domenica ore 20:45

Genoa, 4-4-2 con Pandev a guidare la truppa

Appuntamento da non fallire quello per il Genoa di Nicola che si gioca la salvezza negli ultimi 90' di stagione. Il tecnico del Grifone dovrebbe schierare i suoi con una linea difensiva a 4 con Masiello a destra e il ritorno di Criscito a sinistra. Iago Falque pronto per la corsia destra di centrocampo dove si rivedrà anche Behrami. Davanti Pandev sarà affiancato con tutta probabilità da Pinamonti.

Verona, torna Rrahmani. Dove si mette Veloso?

Il rientro in difesa di Rrahmani può dare un paio di opzioni a Juric. Con Empereur e Kumbulla sempre fuori, la linea a tre potrebbe essere completata da Faraoni, con Borini esterno largo di centrocampo, oppure arretrando Veloso. In mediana infatti le soluzioni non mancano: ci sono Badu e Pessina che potrebbero prendersi tranquillamente una maglia. In attacco sempre favorito Di Carmine ma non è escluso che Pazzini possa partire dal 1'.

LECCE-PARMA, domenica ore 20:45

Lecce, Liverani con gli uomini (quasi) contati

Vietato sbagliare per il Lecce che deve fare il suo sperando nell'incastro salvezza col risultato di Genova. Liverani non è serenissimo vista la situazione dell'infermeria. Lapadula non ha ancora pienamente recuperato dal problema alla caviglia, Mancosu è in dubbio per un problema al costato. Entrambi proveranno a stringere i denti ma senza Lapadula i giallorossi non avrebbero punte di ruolo. Uno tra Farias e Falco potrebbe quindi essere avanzato. Dietro è squalificato Paz

Parma, Kulusevski nel 'vecchio' ruolo

Emergenza anche per un 'tranquillo' Parma. D'Aversa ha Kucka squalificato e quasi tutti i centrocampisti fuori per infortunio. Possibile quindi l'arretramento in mediana di Kulusevski (suo ruolo originario). In attacco toccherebbe a Karamoh o Inglese (gioca chi sta meglio) con Gervinho e Caprari a completare il tridente.

SASSUOLO-UDINESE, domenica ore 20:45

Sassuolo, obiettivo vicino. Tanti i ballottaggi

De Zerbi vuole l'ottavo posto e manca davvero poco per centrare il traguardo. Ci sono un paio di situazioni da monitorare: Obiang è squalificato e Magnanelli ha ancora qualche problema ma potrebbe comunque stringere i denti ed essere titolare: pronto però nel caso, Bourabia. Dietro dubbio tra Peluso e Ferrari mentre nel tridente alle spalle di Ciccio Caputo è vivo il duello tra Harasline Traoré.

Udinese, Gotti ritrova Stryger Larsen

Dall'infermeria bianconera è uscito Prodl, mai in campo da quando è arrivato. Possibile che almeno a gara in corso possa far registrare qualche minuto giocato. Gotti vorrebbe chiaramente finire bene la stagione e la formazione bianconera non dovrebbe cambiare troppo: c'è da registrare il ritorno di Stryger Larsen che si metterà a destra. In difesa cerca spazio De Maio. Possibile rotazione in porta

SERIE A: SCELTI PER TE