Stadi aperti a 1000 spettatori, via libera del governo

Serie A

La decisione, valida fino al 7 ottobre, è stata presa al termine dell'incontro con le Regioni. Dopo l'Emilia-Romagna, anche Lombardia e Veneto avevano firmato ordinanze per la riapertura parziale degli impianti. Spadafora: "Evitata disparità tra squadre", Gravina: "Ora riapriamo anche per Serie B e Serie C"

CORONAVIRUS LIVE, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Da domenica stadi aperti per tutte le partite di serie A, per un massimo di ingressi di mille persone sugli spalti. E' quanto stabilito durante un incontro organizzato dal ministro Boccia, che ha convocato il presidente della conferenza delle Regioni Bonaccini, in presenza dei ministri Speranza e Spadafora. Ma si lavora anche, da qui al 7 ottobre, per dare un contributo condiviso tra governo e regioni in vista del prossimo dpcm, anche in base alle valutazioni di Salute e Cts della curva epidemiologica, per definire una percentuale di ingresso che tenga conto della capienza degli impianti per ogni disciplina sportiva. La decisione è arrivata dopo le ordinanze di Emilia Romagna, Veneto e Lombardia che avevano già deliberato per l'apertura degli impianti sportivi al pubblico. 

Spadafora: "Esperimento per le prossime aperture"

Il Ministro dello Sport Spadafora ha commentato la decisione: "Al fine di non fare disparità tra le squadre e come sperimentazione in vista delle prossime aperture, ho chiesto che la decisione dell'apertura al pubblico da parte di alcune Regioni venisse estesa a tutto il territorio nazionale. "Il mio obiettivo però - aggiunge Spadafora - è quello di consentire la partecipazione del pubblico per tutti gli sport e per tutte le categorie, arrivando a definire un protocollo unico che preveda una percentuale di spettatori in base alla capienza reale degli impianti: l'impegno che ci siamo presi durante l'incontro è quello di metterci subito al lavoro su questo.Occorre mantenere cautela, rigore e attenzione per riaprire bene, gradualmente, e non essere costretti a chiudere di nuovo:il quadro epidemiologico a livello europeo non è incoraggiante,noi dobbiamo stare attenti ed evitare precipitose fughe in avanti".

Gravina: "Ora riapriamo anche per Serie B e C"

Il Presidente della Figc Gabriele Gravina ha commentato la decisione: "L'apertura degli stadi al pubblico è una bella notizia, ma il fatto che il via libera sia arrivato solo per la Serie A, e non per gli altri campionati professionistici, mi lascia perplesso. I protocolli di sicurezza sono i medesimi in tutte e tre le serie professionistiche, così come lo devono essere le regole per il distanziamento, quindi anche su questo tema ci deve essere lo stesso trattamento. Nei mesi difficili del Covid, il calcio tutto ha dimostrato grande responsabilità. Sono convinto che verrà preso il medesimo provvedimento prima dell'avvio ufficiale dell'attività della B e della C, previsto per il prossimo fine settimana".

Juve, 1000 invitati per il match con la Samp: "Nessuna vendita"

Dopo il via libera del governo la Juve annuncia 1000 invitati per il match di domenica 20 settembre con la Sampdoria. "Domani per la prima volta dall’inizio dell’emergenza Covid-19, all’Allianz Stadium sarà presente, seppur in misura molto limitata, il pubblico. È importante sottolineare che si tratterà di circa mille persone invitate tra gli ospiti Sponsor; pertanto specifichiamo che non saranno venduti biglietti per la partita e chiediamo ai tifosi bianconeri di non recarsi presso l’Allianz Stadium per evitare di creare qualsiasi assembramento all’esterno dell’impianto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche