Radu, il portiere dell’Inter positivo al Covid: è il quinto caso tra i nerazzurri

Serie A

Riccardo Re

Salgono a cinque i positivi in casa Inter. Dopo Bastoni, Skriniar, Gagliardini e Nainggolan, oggi il club nerazzurro ha comunicato con una nota ufficiale la positività al coronavirus del secondo portiere Ionut Radu, emersa dopo i test effettuati ieri. Per Conte la preparazione al derby di sabato 17 ottobre si complica ulteriormente

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Dal male nasce il bene. E da qui dovrà necessariamente ripartire Antonio Conte. Sfruttare oggettive difficoltà e trasformarle in risorse e perché no, opportunità per il futuro. Il derby di sabato 17 ottobre vedrà protagonisti diversi, che dovranno sfruttare la loro chance. Anche perché salgono a 5 i contagiati al Covid-19. dopo i difensori Bastoni e Skriniar, e i centrocampisti Nainggolan e Gagliardini - confermati positivi nel secondo tampone di verific - si è aggiunto anche Ionut Radu, il secondo portiere. Lui la sfida al Milan salvo imprevisti l'avrebbe comunque vista dalla panchina, restando il fedele vice di Handanovic.

Conte medita soluzioni in vista del derby

leggi anche

Nainggolan ai tifosi: "Spero di tornare presto"

Negli altri reparti qualcosa dovrà cambiare. Guardando l'ultimo 11 di partenza nella sfida alla Lazio fuori i 2/3 della difesa, e a centrocampo non ci sarà Gagliardini. Conte dovrà quindi attingere fra le alternative. Non tutte, perché a centrocampo Sensi è squalificato e ovviamente non ci sarà Nainggolan, che comunque nelle gerarchie viene ancora dietro a Brozovic. Possibile quindi ci sia la grande chance per Eriksen? Ecco qui come da una difficoltà possa nascere una grande opportunità. Il danese è in forma, lo ha dimostrato anche in nazionale dove ha pure segnato. E un gol lo aveva anche sfiorato nell'ultimo derby, quando sembrava pronto a inserirsi nella sua nuova squadra. È servito più tempo, ma è presto per capire se sarà il suo momento. Ad Appiano sono solo 5 i giocatori della prima squadra disponibili. Conte avrà a disposizione tutti i calciatori - sani - solo all'antivigilia. Poco tempo per provare e senza stravolgere una squadra che ha già dimostrato un'identità ben precisa. Nerazzurri al vertice nella se pur parziale classifica di serie A di queste prime giornate per il possesso palla. In testa anche per numeri di cross effettuati. E secondi solo all'Atalanta per tiri in porta e media gol. Ma non è nei numeri che Conte ora cerca serenità..

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche