Udinese, Pereyra: "Ritorno emozionante. Avevo tante richieste, ma volevo solo tornare qui"

l'intervista

Il centrocampista bianconero ha raccontato a Sky Sport le emozioni del ritorno: "In questo club mi sento in famiglia, ho voluto solo l'Udinese". Ora però l'obiettivo è quello di cominciare a fare punti, dopo le prime tre sconfitte: "Ci sono aspettative su di noi, stiamo lavorando bene e l'unica cosa che ci interessa è vincere già la prossima partita"

Un mercato importante, fatto di alcuni arrivi interessanti dall'estero e soprattutto da grandi ritorni in Serie A: su tutti quello di Roberto Pereyra, rientrato dal Watford all'Udinese dopo le tre stagioni disputate in bianconero tra il 2011 e il 2014, oltre al biennio alla Juventus dal 2014 al 2016. Il centrocampista ha affidato ai microfoni di Sky Sport le sue emozioni per questa nuova avventura in Italia: "E' stato un ritorno emozionante. Avevo richieste anche da altre squadre, ma ho voluto solo l'Udinese. Conosco la città e in questo club mi sento come se fossi in famiglia".

"Aspettative su di noi, ora torniamo a fare punti"

leggi anche

Musso operato a Villa Stuart: intervento riuscito

Pereyra ha fissato poi gli obiettivi di un campionato che non è cominciato con il piede giusto per l'Udinese, ancora a secco di punti e di gol in queste prime tre giornate: "Ci sono tanti giocatori importanti in squadra e questo crea aspettative nei tifosi e in noi. In questa settimana ci siamo allenati bene e dobbiamo continuare a lavorare, con l'obiettivo di fare punti già nella prossima partita (domenica 18 ottobre alle ore 18.00 contro il Parma). Questa è l'unica cosa che ci interessa".

"Lotta scudetto? Se la giocheranno in quattro"

approfondimento

Sensi sceglie il 5: i numeri più strani di sempre

La società bianconera, per ovviare a questo inizio complicato, è intervenuta anche negli ultimi giorni di mercato. All'Udinese è infatti arrivato Gerard Deulofeu, oltre allo stesso Pereyra, giocatore duttile e per questo indispensabile per ogni allenatore: "Sono abituato a fare un po' di tutto, anche se ultimamente mi sono specializzato di più nel ruolo di mezzala. Più contento Gotti o gli allenatori del Fantacalcio ad avermi? Penso tutti e due". Infine, Pereyra ha fatto un pronostico sulla lotta scudetto, indicando una sfida a quattro: "L'Atalanta è cresciuta molto in questi anni e anche il Napoli ha una grande squadra. Non possiamo dimenticarci di Inter e Juve, ovviamente, e penso che saranno queste quattro squadre a giocarsi lo scudetto".