Lazio-Bologna, Mihajlovic: "Simone Inzaghi? Con me perdeva tutte le scommesse"

Serie A

L'allenatore del Bologna alla vigilia della trasferta da ex sul capo della Lazio: "A Simone piaceva fare delle scommesse con me, ma perdeva sempre. Mi facevo il pieno di benzina ogni settimana. Però era uno che non mollava". E sulle due sconfitte contro Benevento e Sassuolo: "Avremmo meritato almeno 4 punti. Non sono preoccupato, la strada è quella giusta"

LAZIO-BOLOGNA LIVE

"Perdeva sempre le scommesse, che si trattasse di calcio o pallacanestro. A lui piaceva fare delle scommesse con me ma perdeva sempre. E io mi facevo il pieno di benzina ogni settimana. Però era uno che non mollava. Più perdeva e più voleva giocare". Il ricordo è di Sinisa Mihajlovic, "lui" è Simone Inzaghi. Compagni di squadra dal 1999 al 2004 nella Lazio, domani sera saranno avversari in Lazio-Bologna: prima della sfida dell'Olimpico (ore 20.45) l'allenatore serbo ha parlato del momento della sua squadra, che arriva a Roma dopo i ko contro Benevento e Sassuolo e cerca punti dopo 3 sconfitte nelle prime quattro giornate. "Nelle ultime due partite che abbiamo fatto avremmo meritato non dico 6 ma almeno 4 punti. Sarei più preoccupato se avessimo fatto due partite di m... e ne avessimo vinta una. Le prestazioni ci sono sempre state - precisa Mihajlovic - abbiamo commesso alcuni errori, serve più attenzione, però senza avere mai paura".

"Dobbiamo avere più voglia di sacrificarci per l'altro"

vedi anche

Mihajlovic sotto la curva della Lazio. FOTO

Quella di sabato sera sarà la sfida numero 18 da allenatore contro la Lazio. L'ultima volta risale allo scorso febbraio, quando Mihajlovic, uno scudetto, due Coppe Italia e una Coppa delle Coppe in biancoceleste, fu accolto dai tifosi con uno striscione e un grande abbraccio dopo la malattia. Sinisa mette da parte le emozioni e parla di campo: "I risultati ci sono mancati ma la strada è quella giusta. Dobbiamo avere più voglia di non prendere gol, di sacrificarci l'uno per l'altro. Sin qui abbiamo preso quasi sempre gol per errori individuali e in superiorità numerica. Non è una questione di mentalità ma di essere più attenti. Dobbiamo imparare a essere più lucidi nella gestione di alcune situazioni. Bisogna metterci coraggio".

"De Silvestri convocato, Hickey ha le p..."

approfondimento

Serie A, curiosità e statistiche della 5^ giornata

Non c'è da aspettarsi rivoluzioni contro la Lazio, spiega Mihajlovic. "Se uno pensa che io possa cambiare tutto perché abbiamo perso due partite significa che non mi conosce bene". Scherza anche su De Silvestri: "Penso ci sarà, è convocato: ha avuto una piccola distorsione al ginocchio sinistro, ma lui è destro. Hickey? Ha le p..., a me piace e a 18 anni anche se si sbaglia lo posso accettare. Ma è un ragazzo sveglio e impara in fretta". Chiarezza anche sull'attacco: "Barrow non è ancora quello che ci eravamo abituati a vedere l'anno scorso, Orsolini vive di alti e bassi, Palacio fa sempre il suo e Soriano è partito bene. Dobbiamo migliorare ma quando loro cresceranno di condizione e fiducia basterà un gol per sbloccarsi. Sansone dall'inizio? Tutti quelli che sono convocati hanno possibilità". Dubbi da sciogliere alla vigilia: "Si dice che la notte porti consigli - sorride l'allenatore - io dormo con tre cuscini: uno alla gamba, uno sotto il braccio e uno sotto la testa. Sono troppi consigli. Magari ne tolgo uno e vedo se va meglio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche