Inter, Skriniar è tornato in Italia dopo la quarantena: attesa per il tampone

Serie A

Il difensore nerazzurro ha svolto ventuno giorni di quarantena in Slovacchia. Attesa per l'esito del tampone. Anche se negativo, difficilmente ci sarà già dal prossimo weekend di campionato, ma Conte punta a recuperarlo per la Champions. E intanto potrà conoscere la figlia nata una settimana fa

CORONAVIRUS, DATI E NOTIZIE IN TEMPO REALE

Milan Skriniar è tornato in Italia dopo ventuno giorni di quarantena in Slovacchia. Il difensore centrale nerazzurro era risultato positivo nei test svolti in nazionale durante la sosta del campionato a inizio ottobre. Ora il prossimo step è il tampone appena svolto: lo slovacco ne sta attendendo l'esito che, se negativo, restituirebbe a Conte una pedina fondamentale per la stagione. Difficile comunque la sua presenza in campo già nel weekend di campionato in arrivo (l'Inter giocherà sabato alle 18 contro il Parma), ma i nerazzurri (pur sempre tenendo in considerazione il suo stato di forma fisico che andrà valutato) puntano sul suo rientro soprattutto per la Champions League, in vista della fondamentale doppia sfida qualificazione contro il Real Madrid. A seguito della positività al virus e della quarantena in Slovacchia, Skriniar ha saltato quattro partite: il derby col Milan, la sfida di campionato col Genoa e i due match europei contro Borussia Mönchengladbach e Shakhtar.

Il ritorno dalla figlia

CHAMPIONS

Inter, partenza lenta. Come l'anno del Triplete...

Non solo rientro in campo, il ritorno in Italia di Skriniar significa anche primo abbraccio con la figlia, nata la scorsa settimana e che Milan non ha ancora potuto incontrare per la prima volta. "Benvenuta principessa, spero di abbracciarti presto" - aveva scritto Skriniar il giorno della nascita su Instagram.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche