De Zerbi dopo Napoli-Sassuolo: "Questa vittoria ci convinca ancor di più che siamo forti"

SASSUOLO

Le parole dell'allenatore neroverde dopo il successo di Napoli: "Ero convinto di poter vincere, i ragazzi sembrava non mi credessero ma io non vendo fumo. Spero che questa vittoria ci convinca ancor di più di essere forti. Non si sa mai cosa serve per vincere ma almeno, se dobbiamo perdere, possiamo scegliere come farlo e preferisco farlo giocando. Maxime Lopez? Scelto perché sa giocare a calcio, si abbina bene con Locatelli"

SASSUOLO-UDINESE LIVE

Il Sassuolo non si ferma e vince anche al San Paolo: 0-2 al Napoli e secondo posto in classifica, a -2 dalla capolista Milan. Un'altra grande prestazione della squadra neroverde, nonostante le pesanti assenze di Djuricic, Berardi e Caputo. Questo il commento di Roberto De Zerbi: "Negli ultimi due giorni, quando dicevo alla squadra che eravamo forti ugualmente, anche con le assenze, li guardavo e pareva non mi credessero – le sue parole a Sky Sport – Li ho fermati, gli ho detto che io non vendo fumo e che quando parlo sono convinto delle cose che dico, così com'ero convinto di poter vincere a Napoli. Spero che questa sia l'ennesima prova per convincere loro della qualità che hanno. Non si sa mai cosa serve per vincere ma almeno, se dobbiamo perdere, possiamo scegliere come farlo e quindi preferisco farlo giocando. Col Napoli ho abbassato un po' la pressione perché, quando di fronte hai Osimhen, non puoi avere 50-60 metri dietro, significa non rispettare Chiriches e Ferrari. Non tutti i giocatori sono uguali e noi dobbiamo essere capaci di giocare in più modi".

"Lopez sa giocare a calcio, si abbina bene con Locatelli"

vedi anche

Gattuso: "Sprecato troppo. Obiettivo 4° posto"

Le assenze hanno contribuito all'inserimento di Maxime Lopez, autore dello 0-2 e di un'ottima prestazione: "L'ho scelto perché è bravo, sa giocare a calcio e viene da 100 partite giocate col Marsiglia in uno stadio come il Velodrome, con pressioni importanti. Credevo si abbinasse bene con Locatelli, ma bisogna sacrificarsi tutti perché sono due giocatori di enorme qualità". La prossima partita con l'Udinese: "Affrontiamo una squadra forte, una partita in cui possiamo soffrire ancor di più rispetto a questa di Napoli. L'Udinese è una squadra che gioca, può metterci in difficoltà".