Sassuolo-Udinese, De Zerbi: "Prova di grande maturità"

Serie A

L'allenatore neroverde dopo lo 0-0 del Mapei Stadium: "Per due anni ci è capitato di dominare le partite e poi perderle per un gol in ripartenza. Oggi non è capitato: non si può rimproverare nulla a questi ragazzi"

GUARDA GLI HIGHLIGHS DI SASSUOLO-UDINESE

Il secondo 0-0 nelle ultime 61 partite del Sassuolo. L'Udinese fa una piccola impresa e ferma i neroverdi di Roberto De Zerbi che con una vittoria sarebbero balzati momentaneamente al comando della classifica di Serie A dopo 7 giornate: "Ai miei giocatori avevo chiesto di accettare che finisse 0-0 se volevamo vincerla", ha dichiarato l'allenatore ai microfoni di Sky Sport nel postpartita. "Il calcio cambia e le partite sono sempre diverse. Io questa sera sono rammaricato perché non abbiamo tirato in porta come altre volte. Ma allo stesso tempo sono contento: questa è una grande prova di maturità", con il Sassuolo ancora imbattuto e al miglior avvio in campionato della sua storia.

De Zerbi: "Durante il mercato abbiamo valutato una torre, ma poi..."

vedi anche

Sassuolo, sfuma la vetta: solo 0-0 con l'Udinese

Perché l'allenatore neroverde vede il bicchiere mezzo pieno? "All'Udinese non abbiamo concesso niente", spiega De Zerbi. "Nemmeno un contropiede pericoloso, che in passato invece ci è costato caro. Per due anni ci è capitato di perdere dominando e subendo gol in ripartenza. Di partite come quella di oggi ne troveremo altre e dovremo essere altrettanto bravi". Dove può arrivare questo Sassuolo? "A questi ragazzi non posso rimproverare nulla", la soddisfazione dell'allenatore. "Ad inizio anno mi sono chiesto con il mio staff se fosse il caso di inserire in rosa una torre per risolvere un certo tipo di partite. Ma abbiamo una forte identità, che ci spinge a giocare sempre palla a terra e ci impedirebbe di sfruttare certe caratteristiche. Dobbiamo attaccare in diversi modi ed essere ancora più imprevedibili, perché i nostri giocatori hanno tutte le qualità per giocare nello stretto. Certo, negli ultimi trenta metri possiamo fare di più. Soprattutto rispetto a stasera".