Totti: "Maradona è stato il primo a chiamarmi quando ho smesso"

ad10s diego

Totti a "Verissimo" ricorda Maradona: "Era il calcio, neanche alla Playstation si può copiare quello che faceva. Avevamo un bellissimo rapporto, quando ho smesso di giocare è stato il primo a supportarmi". La Roma domenica omaggerà l'ex 10 del Napoli inviando una delegazione guidata da Bruno Conti ai quartieri spagnoli, per deporre una corona di fiori sotto al murales dedicato a Diego

NAPOLI-ROMA LIVE

LO SPECIALE SU MARADONA

Totti non ha dubbi: "Diego era il calcio", dichiara l'ex capitano della Roma intervistato da "Verissimo". "Le emozioni che ci ha lasciato sono irripetibili. In campo era inimitabile, neanche alla Playstation si può copiare quello che faceva lui. Lo voglio ricordare così, è come se non fosse mai morto, rimarrà sulla terra perché era diverso da tutti gli altri", aggiunge l'ex capitano della Roma.

"Maradona fu il primo a supportarmi dopo il ritiro"

L'intervista

Platini: "A Napoli con Diego? Avrei preso la 20"

Ma Maradona era speciale anche fuori dal campo: "Avevo un bellissimo rapporto con lui, era una persona straordinaria. Quando ho smesso di giocare è stato il primo a chiamarmi per darmi sostegno e per dirmi di stare tranquillo".

Tributo Roma: Bruno Conti porterà corona di fiori

L'omaggio

La Serie A ricorda Maradona: tutte le iniziative

La Roma ha deciso di omaggiare Maradona in occasione della sfida di domenica inviando una propria delegazione ai quartieri spagnoli, per deporre una corona di fiori sotto al murales dedicato a Diego. A guidare la delegazione ci sarà Bruno Conti, che non appena saputo della morte di Maradona è stato tra i primi a esprimere il suo cordoglio.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.