Pioli dopo Benevento-Milan: "Vittoria pesante e di cuore. Con la Juve non sarà decisiva"

Serie A

L'allenatore rossonero dopo la vittoria di Benevento: "Gara difficile, complicata dall'espulsione, ma vinta con grande cuore: altro successo pesante. La sfida con la Juve non sarà decisiva, non ci sarà alcun passaggio di consegne perché loro arrivano da 9 scudetti consecutivi e sono ancora i più forti insieme a Inter e Napoli. Leao ha qualità e quest'anno è più continuo. Tonali? L'ho abbracciato negli spogliatoi, era dispiaciuto"

MILAN-JUVE LIVE

Il Milan vince ancora e difende il primo posto dall'attacco dell'Inter. I rossoneri battono un buon Benevento al Vigorito, nonostante l'espulsione di Tonali nel corso del primo tempo. Kessié la sblocca su calcio di rigore, Leao raddoppia nella ripresa, per la gioia e la soddisfazione di Stefano Pioli. "È stata una partita difficile, contro una squadra che ha giocato bene – le parole dell'allenatore rossonero a Sky Sport – L'inferiorità numerica ci ha complicato la vita, ma ci ha abbiamo messo grande cuore. È stata un'altra vittoria pesante. L'intensità che i ragazzi mettono in campo, anche durante la settimana, è uno dei nostri segreti. Vinciamo le partite perché abbiamo qualità, ma anche perché tutti i giocatori fanno quella corsa in più e danno tutto. Hanno capito che anche i più tecnici devono correre".

"Con la Juve nessun passaggio di consegne, loro più forti con Inter e Napoli"

Ora testa al big match contro la Juventus: sarà il primo crocevia fondamentale in chiave scudetto? "Sarà una bella partita tra due squadre che stanno bene – prosegue Pioli - Continuo a dire che Juve, Inter e Napoli sono le squadre più forti del campionato, noi dobbiamo continuare in questo modo. Ci prepareremo per questa sfida ma non sarà decisiva, non ci sarà alcun passaggio di consegne perché loro arrivano da 9 scudetti consecutivi. Dobbiamo guardare la classifica ad aprile, la nostra forza deve essere quella di pensare sempre alla prossima partita. Non dimentichiamo che abbiamo anche delle assenze importanti, che non si notano perché stiamo giocando bene di squadra. Risposta all'Inter? Non ci facciamo mettere pressione dai risultati degli altri, ce la mettiamo da soli perché pretendiamo il massimo. Abbiamo preparato bene la gara, anche se qualcosa abbiamo concesso, ma abbiamo dimostrato grande voglia di portare a casa il risultato. Tutte le vittorie sono pesanti per una squadra giovane come la nostra".

"Leao più continuo. Tonali? L'ho abbracciato nello spogliatoio"

leggi anche

Massara: "Simakan? Non ci sono novità"

Sui singoli, aggiunge: "Leao ha delle potenzialità enormi, sono contento che le stia dimostrando con maggior continuità. Sono ragazzi giovani, seppur volenterosi, e pretendiamo tanto da loro. Lui si accende molto quando è in possesso palla, ma se impara ad attaccare gli spazi e a smarcarsi diventa ancora più forte perché poi ha la qualità per fare delle grandi giocate. Tonali? L'ho abbracciato nello spogliatoio, chiaramente è dispiaciuto per aver lasciato la squadra in 10. Però con il VAR sembrano tutti violenti i falli, ma bisogna tenere in considerazione la dinamica. Nessuna polemica, Pasqua è anche un ottimo arbitro. In ogni caso Sandro imparerà da quest'episodio".