Conte dopo Sampdoria-Inter: "Partita strana, la dea bendata si è dimenticata di noi"

inter
Fotogramma/IPA

L'Inter ha interrotto a Genova una striscia di otto vittorie di fila, perdendo 2-1 con la Sampdoria. Antonio Conte a Sky: "E' stata una partita strana, potevamo essere avanti con il rigore e ci siamo ritrovati sotto di due reti. Meritavamo di più, la dea bendata si è dimenticata di noi. Lukaku non era al 100%. Mercato? Ogni decisione sarà condivisa con il club"

ROMA-INTER LIVE - GLI HIGHLIGHTS DI SAMP-INTER

Si è interrotta a Marassi la striscia di otto vittorie di fila dell'Inter, battuta 2-1 dalla Sampdoria. A condannare i nerazzurri sono stati due ex, Antonio Candreva e Keita Balde, ma anche il rigore sbagliato in apertura da Sanchez. Inutile il gol nella ripresa di De Vrij, così come l'ingresso nell'ultima mezz'ora di Lukaku. Antonio Conte ha commentato a Sky il ko: "Sicuramente è stata una partita un po' strana - ha detto il tecnico nerazzurro -. Ci siamo ritrovati dal rigore sbagliato a uno subìto, hanno fatto un 1-2 che ci ha creato delle difficoltà. La squadra stava facendo bene, ha creato tante situazioni per fare gol. E' stata una partita strana, a volte perdi partite in cui meriti. Ci sono state situazioni strane, potevamo essere avanti 1-0 dopo il rigore in nostro favore e poi ci siamo ritrovati sotto di due reti. Dispiace perchè meritavamo qualcosa in più"

"Lukaku non era al 100%"

intervista

Ranieri: "Quagliarella out? Mercato non c'entra"

L'Inter ha dovuto fare a meno di Lukaku, subentrato solo nella ripresa: "Non è la prima volta che giocavamo senza Lukaku - ha detto Conte -. E' inevitabile che ha delle grandi qualità, non era al 100% e lo si è visto quando è entrato. C'è da analizzare le cose positive e negative e migliorare. La nostra fase offensiva è ottima, attacchiamo con tanti uomini e anche la fase realizzativa è buona. A volte siamo mancati nell'equilibrio, soprattutto nella prima parte di stagione quando abbiamo concesso qualche gol di troppo. E' stata una partita strana, c'è stato impegno e voglia, ma oggi la dea bendata si è dimenticata di noi". 

"Mercato? Ogni decisione sarà condivisa con il club"

Nella ripresa si è visto anche Eriksen, da molti indicato in uscita dall'Inter: "Cerco di sfruttare le opzioni in base alle situazioni - ha detto Conte -. Sono a disposizione del club su ogni decisione di mercato, più di questo non posso fare. L'Inter sa cosa servono in entrata e in uscita, mi metto a lavorare e a disposizione del club: ogni decisione sarà sempre condivisa".