Inzaghi dopo Inter-Lazio: "Siamo amareggiati, il rigore ha indirizzato la partita"

lazio

L'allenatore biancoceleste dubbioso sulla decisione di Fabbri che ha portato al vantaggio nerazzurro: "E' un rigore che se lo guardi venti volte forse puoi darlo, lui ha deciso dopo 3 secondi. Ha indirizzato una partita che stavamo dominando". E sulla prestazione dei suoi: "Siamo rammaricati, abbiamo fatto una buona gara ma potevamo ottenere molto di più"

INTER-LAZIO 3-1, GOL E HIGHLIGHTS

La Lazio si ferma dopo sei vittorie consecutive, a San Siro i biancocelesti vengono sconfitti 3-1 dall'Inter. Un ko che Simone Inzaghi, intervenuto nel post partita ai microfoni di Sky Sport, individua con un preciso episodio. Il calcio di rigore fischiato dall'arbitro Fabbri per intervento falloso di Hoedt su Lautaro, che ha portato al gol dell'1-0 di Lukaku: "Quel rigore se lo rivedi venti volte forse puoi darlo, i ragazzi sono amareggiati perchè hanno visto l'arbitro andare così deciso sul dischetto. Forse puoi darlo, ma l'arbitro è stato troppo deciso nell'indirizzare la partita dopo 25 minuti. Penso che Fabbri sarebbe dovuto andare al Var e rivederlo 10-12 volte, non prendere una decisione clamorosa dopo 3 secondi. Ha indirizzato una partita che stavamo dominando. Noi però dovevamo continuare a giocare e invece da quel momento abbiamo perso un po' di fluidità nella manovra".

"C'è rammarico, potevamo ottenere molto di più"

leggi anche

Serie A, il calendario del prossimo turno

L'allenatore biancoceleste ha proseguito, analizzando il match nella sua interezza: "C'è rammarico perchè potevamo ottenere di più. Sapevamo che l'Inter avrebbe fatto questo tipo di partita, noi abbiamo tenuto bene il campo e se leggi il risultato c'è del rammarico. Ci siamo innervositi troppo, può capitare di subire un rigore del genere, ma noi dovevamo andare avanti. Ho provato a mettere un po' più di fisicità e una volta riaperta non dovevamo prendere subito il 3-1. Abbiamo fatto una buona gara, ma potevamo ottenere molto di più. Bisogna fare i complimenti alla squadra, venivamo da un grandissimo filotto e siamo amareggiati". Infine una battuta su Lukaku, questa sera decisivo nella vittoria nerazzurra: "Lukaku è un giocatore di grandissima fisicità, avevamo provato con Acerbi in quella posizione ad affrontarlo. L'assenza di Radu dell'ultimo minuto ci ha fatto cambiare i piani. Non potevamo rinunciare a giocare, venire a San Siro e rinchiuderci nella nostra area non era nel nostro piano partita".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.