Milan-Inter 0-3: doppietta di Lautaro e gol di Lukaku. Derby ai nerazzurri, ora a +4

La squadra di Conte stravince 3-0 il 174° derby della Madonnina e vola a +4 in classifica sul Milan. Grande avvio di gara dei nerazzurri, subito avanti grazie a Lautaro Martinez. Handanovic si supera a inizio ripresa su Ibra e Tonali, poi il ‘Toro’ dell’Inter firma la doppietta al termine di una splendida azione. Al 66’ arriva anche il tris di Lukaku, sempre a segno contro i rossoneri, che chiude la sfida e condanna Pioli al secondo ko di fila

LA CLASSIFICA - LE FOTO PIÙ BELLE DEL DERBY

MILAN-INTER 0-3 (HighlightsPagelle)

5', 57' Lautaro Martinez, 66' Lukaku
 

Vittoria e fuga. L’Inter si prende il 174° derby della Madonnina e vola a +4 sui cugini. Una prova di forza straordinaria quella dei ragazzi di Conte, perfetti fin dall’approccio che vale il vantaggio di Lautaro Martinez. Il primo tempo vede una costante dei nerazzurri, ma il Milan tiene il minimo divario all’intervallo e riparte a inizio secondo tempo con tre opportunità in un minuto e 39 secondi. Handanovic mura tutti i tentativi e diventa assolutamente decisivo, così come dall’altra parte Lautaro che confeziona la doppietta personale al termine di una bellissima azione corale in velocità. Poi c’è gioia anche per il solito Lukaku, sempre a segno contro i rossoneri, che decreta il 3-0 finale, espressione di una gara dominata e che proietta l’Inter come principale candidata al titolo.

Doppietta show di Lautaro, fa festa anche Lukaku

Pioli si affida a Ibrahimovic in avanti, supportato alle spalle dal tridente Saelemaekers-Calhanoglu-Rebic, quest’ultimo preferito a Leao. La difesa torna quella dei titolarissimi, mentre in mezzo al campo Tonali sostituisce l’infortunato Bennacer al fianco di Kessié. Retroguardia confermata anche per Conte che sceglie ancora Eriksen a centrocampo con Barella e Brozovic. A sinistra c’è Perisic, in attacco la coppia Lukaku-Lautaro. L’Inter ha un grande approccio alla gara e con la combinazione tra i suoi due centravanti sblocca il punteggio dopo 5 giri di orologio. Kjaer salva in un primo momento sull’assist di Lukaku, poi il belga prova la soluzione del cross e trova il Toro pronto di testa a realizzare l’1-0. I nerazzurri provano a sfruttare il momento, il Milan è in difficoltà e regge l’urto in qualche modo, rendendosi pericoloso a sua volta al quarto d’ora di gioco: una serie di rimpalli e tiri sporchi in area, con Ibra che cerca – senza successo – di risolverla con un colpo di tacco ravvicinato. La squadra di Conte tiene molto meglio il campo e torna ad aggredire in avanti con la conclusione sporca di Lautaro e il mancino in diagonale di Lukaku, nettamente distante dalla porta. Lo stesso ex United manca poi di un soffio l’appuntamento con la sfera sulla bellissima traccia di Perisic, mentre dall’altra parte Theo Hernandez – protagonista di un bellissimo duello con Hakimi – si fionda su una palla vagante in area e incrocia col destro, andando a un passo dal pari. Tra i nerazzurri Perisic è uno dei più scatenati e sul finire del primo tempo chiama in causa Donnarumma con un tiro indirizzato sul primo palo, poi è Lautaro a fallire il bis sulla ribattuta. Nel recupero c’è spazio anche per il colpo di testa alto di Skriniar.

Il Milan esce con un atteggiamento completamente diverso dagli spogliatoi e nei primi due minuti va più volte a un passo dal gol. Ibra ci prova due volte di testa, ma Handanovic gli dice di no, subito dopo il portiere si supera anche sul tentativo dal limite di Tonali. I rossoneri sembrano pronti a riequilibrare l’incontro, ma a colpire è ancora l’Inter. Decisiva la percussione di Hakimi in velocità, poi proseguita da Eriksen e Perisic che, sul passaggio in mezzo, trova ancora Lautaro letale nel firmare la doppietta personale e il 2-0. L’argentino si trasforma poco dopo anche in uomo assist per Lukaku, bravo a rientrare sul mancino e calciare. Donnarumma respinge con i piedi e tiene in vita i suoi. È solo una questione di minuti, però, perché al 66’ il belga non perdona più: lunga corsa cominciata da centrocampo e sinistro implacabile sul primo palo che vale il tris nerazzurro. L’ultimo quarto di partita vede solo una girandola di cambi da parte dei due allenatori e qualche timido tentativo di marca rossonera, con Handanovic ancora attento sui tiri dalla distanza di Rebic e Meité. Al triplice fischio finale parte la meritata festa per la squadra di Conte, ora a +4 e in odore di titolo come mai accaduto negli ultimi dieci anni.

TABELLINO

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Tonali (67' Meité), Kessié; Saelemaekers (67' Leao), Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic (75' Castillejo). All. Pioli
 

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi (83' Ashley Young), Barella (86' Vidal), Brozovic, Eriksen (78' Gagliardini), Perisic (78' Darmian); Lukaku, Lautaro Martinez (78' Sanchez). All. Conte

Ammoniti: Kjaer (M), Hakimi (I), Saelemaekers (M)

1 nuovo post
FINISCE QUI! MILAN-INTER 0-3!
- di fabrizio.moretto.1992
90' - Tre minuti di recupero
- di fabrizio.moretto.1992
90' - Meité ci prova dalla distanza, Handanovic non si fa sorprendere
- di fabrizio.moretto.1992

L’Inter ha segnato 57 gol: nelle prime 23 partite di campionato ha fatto meglio solo nel 1949/50 e nel 1950/51

- di fabrizio.moretto.1992
89' - Conclusione velenosa di Rebic col mancino da fuori area, ma Handanovic si allunga e para anche questa
- di fabrizio.moretto.1992
88' - Ci avviciniamo all'inizio del recupero: Inter avanti 3-0 che pregusta il +4 in classifica sul Milan
- di fabrizio.moretto.1992
Cambio!
86' - Ultimo cambio per Conte che manda in campo Vidal al posto di Barella
- di fabrizio.moretto.1992
83' - Altra sostituzione per Conte che toglie Hakimi e inserisce Ashley Young
- di fabrizio.moretto.1992
83' - Calhanoglu conclude col destro in girata, ma non inquadra lo specchio
- di fabrizio.moretto.1992
81' - Milan che tenta un ultimo sforzo per provare una clamorosa rimonta o, quantomeno, accorciare il passivo
- di fabrizio.moretto.1992
Cambio!
78' - Triplo cambio per Conte: fuori Perisic, Gagliardini e Lautaro, dentro rispettivamente DarmianGagliardini Sanchez
- di fabrizio.moretto.1992
Cambio!
75' - Finisce qui la partita di Ibra: spazio a Castillejo
- di fabrizio.moretto.1992
74' - Interessante conclusione di controbalzo da parte di Barella, ma il Milan non corre rischi
- di fabrizio.moretto.1992
72' - Milan che non riesce a reagire, Inter in totale controllo
- di fabrizio.moretto.1992

Prima di Romelu Lukaku, l’ultimo giocatore dell’Inter a segno in quattro Derby di Milano di fila in Serie A è stato Benito Lorenzi, nel 1950

- di fabrizio.moretto.1992
69' - Eriksen calcia col mancino, palla alta sulla traversa
- di fabrizio.moretto.1992
Cambio!
67' - Doppio cambio per Pioli: fuori Tonali e Saelemaekers, dentro Meité Leao
- di fabrizio.moretto.1992
Gol!
TRIS DI LUKAKU! MILAN-INTER 0-3!

66' - 
Adesso è una festa per l'InterLukaku riceve oltre la linea di centrocampo, conduce la sfera fino al limite dell'area e poi col mancino trafigge Donnarumma sul primo palo
- di fabrizio.moretto.1992

Era da ottobre 2017 che un giocatore dell'Inter non faceva almeno due gol in un derby di Serie A: Icardi - tutti gli ultimi tre interisti con una marcatura multipla contro il Milan sono argentini (Lautaro, Icardi, Milito)

- di fabrizio.moretto.1992
63' - Lukaku vicino al gol! Il belga riceve il pallone in profondità di Lautaro, rientra sul mancino per evitare la scivolata di Kjaer e conclude in porta: Donnarumma con i piedi mette in corner
- di fabrizio.moretto.1992

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.