Gabriele Gravina rieletto presidente della Figc: "Inizia il secondo tempo"

assemblea

Gabriele Gravina è stato rieletto presidente della Federcalcio: ha ricevuto 369,84 voti, equivalenti al 73,45% delle preferenze. Ha battuto il numero uno della Lega Dilettanti, Cosimo Sibilia, che ha ricevuto 132,17 voti (equivalenti al 26,25%). "Il secondo tempo della nostra partita sta per iniziare - ha detto Gravina -. Ho fin qui partecipato con impegno e passione. Adesso dovranno tramutarsi in forza e determinazione, perché il nostro movimento ha sofferto la pandemia sul piano umano e sociale"

Sarà ancora Gabriele Gravina a guidare la Federcalcio italiana per i prossimi quattro anni. L’elezione è arrivata al primo scrutinio, al termine dell’assemblea presieduta dall’ex presidente federale Franco Carraro. Gravina è stato rieletto con 369,84 voti, equivalenti al 73,45% delle preferenze. Ha battuto il numero uno della Lega Dilettanti, Cosimo Sibilia, che ha ricevuto 132,17 voti (equivalenti al 26,25%). Eletto per la prima volta il 22 ottobre 2018 dopo il Commissariamento della Federazione, Gravina guiderà nuovamente la FIGC fino al 2024. Potrà così iniziare a giocare ‘La Partita per il futuro’, titolo della nuova piattaforma programmatica presentata con la candidatura sottoscritta da Lega Serie A, Lega Serie B, Lega Pro, AIC e AIAC. Neutrale l’AIA.

Gravina: "Allacciamo gli scarpini per il 2° tempo"

Subito dopo essere stato rieletto, Gravina ha parlato all’assemblea, ringraziando tutti per la fiducia: "Il secondo tempo della nostra partita sta per iniziare, ringrazio tutti per la fiducia e l’affetto. Ho fin qui partecipato con impegno, tanta passione e assoluta dedizione. Il consenso e l’entusiasmo che mi avete riconosciuto hanno consolidato l’elaborazione del progetto strategico con cui mi sono presentato a queste elezioni. Adesso dovranno tramutarsi in forza e determinazione per i nostri progetti futuri. Il nostro movimento ha sofferto la pandemia sul piano umano e sociale, ancor prima che sul piano economico. Il nostro movimento ha donne, uomini, giovani, famiglie duramente colpite, ma allo stesso tempo determinate a ripartire. Ecco perché noi non ci fermeremo. Vi ho proposto una strategia che sarà difficile e non senza tensioni. Noi tiriamo fuori il meglio nei momenti duri. Sentiamo la responsabilità di migliaia di giovani a cui dobbiamo dare un calcio più bello, solido e sostenibile. Allacciamo gli scarpini e iniziamo a giocare il secondo tempo".

La citazione di Seneca

Dopo aver ringraziato chi lo ha votato, Gravina ha incluso anche una citazione di Seneca nel proprio discorso all’assemblea: "Abbiamo rappresentato per gli italiani un primo segnale di ripartenza dura e dolorosa e non ci siamo tirati indietro facendo sacrifici. Come diceva Seneca, non è perché le cose sono difficili che non osiamo farle, è perché non osiamo farle che diventano difficili". Il filosofo romano "aveva ragione allora e ha ragione ancora oggi - ha detto Gravina - forse abbiamo bisogno di tutta la sua saggezza e del suo pragmatismo per affrontare il secondo tempo della nostra partita per il futuro".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche